Aretusa marcia Siracusa, quattro campioni regionali e terzo posto alla “Val di Noto”

Ottima prestazione, dunque, per tutti gli Atleti dell'Aretusa Marcia Siracusa che comunica, infine, per il 2019 l'iscrizione di nuovi atleti provenienti da altre province siciliane e anche da fuori regione, a riprova della tradizione dell'eccellente scuola di marcia siracusana

aretusa-marcia

Dopo i grandi successi ottenuti ai recenti Campionati Regionali “Master” di marcia su pista che si sono svolti ad Enna, la società Aretusa marcia Siracusa, si è confermata con i suoi atleti di punta, anche nella competizione su strada di San Pietro Clarenza (CT) di domenica scorsa. Si sono laureati campioni regionali individuali 2018 di marcia su Strada Km. 5: Pucci Capodicasa nella categoria M/75, Corrado Carbonaro M/70, Giovanni Stella M/55, Roberta Ricupero F/65. Vice campione regionale Salvatore Sipione nella categoria M/65.

Ottima prestazione, dunque, per tutti gli Atleti dell’Aretusa Marcia Siracusa che comunica, infine, per il 2019 l’iscrizione di nuovi atleti provenienti da altre province siciliane e anche da fuori regione, a riprova della tradizione dell’eccellente scuola di marcia siracusana.

Inoltre, sabato scorso si è svolta la 2a edizione dell’Ultramaratona “100 Km del Val di Noto con partenza da Ragusa Ibla ed arrivo a Noto, (attraversando Giarratana, Buccheri, Ferla, Cassaro e Palazzolo)
“Le tre 100”, questo il pseudonimo scelto dalle atlete della società siracusana Daniela Raffa, Dora Paternò e Claudia Capello che hanno partecipato alla staffetta della 100 Km del Val di Noto, coprendo la distanza in 13h 30′ 27”, salendo al terzo posto del gradino del podio.

La prima frazione: Ragusa/Buccheri, è stata eseguita da Daniela Raffa; la seconda frazione: Buccheri/Palazzolo da Dora Paternò; la terza frazione: Palazzolo/Noto da Claudia Capello. Competizione molto tosta, ma superata brillantemente grazie anche ad una preparazione adeguata tecnicamente e mentalmente, che solo le atlete dell’Aretusa Marcia Siracusa hanno saputo fare, mettendoci anche “cuore e anima”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo