Assolto l’ex sindaco di Augusta Massimo Carrubba: il fatto non sussiste |"Un processo che non sarebbe dovuto iniziare"

Era imputato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio

Augusta, Vicenda Oikothen: l'ex sindaco Carrubba assolto "perché il fatto non sussiste"

Tutti assolti perché “il fatto non sussiste”. Il tribunale penale di Siracusa ha emesso la sentenza nei confronti dell’ex sindaco Massimo Carrubba, dell’ex assessore Antonio Giunta e dell’ex consigliere Carmelo Trovato (difesi rispettivamente dagli avvocati Francesco Favi, Puccio Forestiere e Salvatore Perrone) imputati di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio con altri che, appartenenti al clan Nardo – secondo l’accusa – sarebbero coinvolti nell’elezione a sindaco dell’ex primo cittadino e nelle Regionali del 2008.

La richiesta del Pm Andrea Ursino era di 5 anni per Carrubba e altrettanti per Giunta, 2 anni e mille euro per Trovato. La vicenda ha portato anche allo scioglimento del Consiglio comunale di Augusta del marzo 2013 per presunte infiltrazioni mafiose.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo