Autostrada Siracusa – Gela, Cafeo critico con la Cannata: “ottimismo prematuro”

"Ho appreso infatti - afferma Cafeo - che non soltanto il contratto tra Società Condotte Spa e Cosedil Spa è subordinato all’approvazione del Tribunale Fallimentare ma che il Cas, nelle more di consentire finalmente la realizzazione dell’opera, prima di dare corso al nuovo contratto, pretende che vengano rese garanzie certe sia sulle tempistiche per ultimare l’opera sia per il saldo dei debiti contratti verso le imprese".

Autostrada Noto- Rosolini, entro la fine dell’anno i lavori di manutenzione

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha accolto le modifiche al progetto della Ragusa-Catania. A darne notizia è l’Onorevole Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione Ars Attività Produttive.

Le modifiche del progetto in Project Financing – continua Cafeo – presentate dalla componente privata che realizzerà i lavori sono state dunque accolte dal Mit e l’opera potrà così finalmente partire ed essere completata”.

Sulla situazione dell’autostrada Siracusa-Gela una delle incompiute simbolo sella Sicilia, Cafeo, pur auspicando che l’ottimismo espresso in queste ore dalla collega On. Cannata trovi finalmente sostegno nei fatti, considera le affermazioni della collega all’Ars “quanto meno premature”.

Dopo aver incontrato l’assessore Falcone – spiega l’On. Cafeo – ho appreso infatti che non soltanto il contratto tra Società Condotte Spa e Cosedil Spa è subordinato all’approvazione del Tribunale Fallimentare ma che il Cas, nelle more di consentire finalmente la realizzazione dell’opera, prima di dare corso al nuovo contratto, pretende che vengano rese garanzie certe sia sulle tempistiche per ultimare l’opera sia per il saldo dei debiti contratti verso le imprese. Considerata la delicatezza del tema e la necessità che numerose condizioni preliminari vengano soddisfatte prima di arrivare ad un completa soluzione della vicenda – conclude l’On. Giovanni Cafeo – sarebbe meglio aspettare prima di rilasciare dichiarazioni trionfali, non supportate purtroppo dai fatti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo