Basket: l’avvocato Paolo Giuliano “duro” sulla vicenda Trogylos Basket Priolo

Basket: l'avvocato Paolo Giuliano "duro" sulla vicenda Trogylos Basket Priolo

Riceviamo e pubblichiamo quanto segue: “Intervengo sulla vicenda oggetto dell’articolo pubblicato sui quotidiani “Il Giornale di Sicilia” del 28.08.2010 e “La Sicilia” del 31.08.2010 non perché lo meriti la rilevanza dei fatti, in assoluto e non solo dal punto di vista penale, ma per tutelare il nome e l’immagine del G.S Trogylos Basket Priolo, che ho l’onore di presiedere.

Premetto, a beneficio di chi volesse entrare nell’argomento per la prima volta, che la situazione oggetto di lamentela da parte dell’Associazione Sportiva Angelo Custode è regolata da precise norme di Legge; che i contributi straordinari alle associazioni sportive sono stati istituiti dall’Amministrazione dell’ex Sindaco Toppi nell’anno 2005 e che per l’anno 2009 lo stanziamento per tali contributi è stato aumentato fino ad € 70.000,00, adeguandoli ai contributi regionali, ex Legge 31 art. 21 e prevedendone l’erogazione a tutte le associazioni partecipanti ai campionati di massimo vertice, ovvero ai vari maggiori campionati previsti dalle diverse federazioni sportive.

Appare chiaro quindi che la risposta alla sterile polemica sollevata da altri non spetta al G.S. Trogylos, che è sicuro di aver beneficiato di contributi basati su solidi presupposti, ma all’ Amministrazione Comunale presieduta dal Sindaco Rizza, che saprà ovviamente difendere le proprie ragioni in tutte le sedi ed al quale esprimo piena solidarietà per i continui attacchi subiti.

Non sono invece affatto chiari i motivi per i quali si tira in ballo un Gruppo Sportivo che si appresta a disputare il venticinquesimo campionato consecutivo in serie A1 (lasciamo stare gli scudetti vinti, la Coppa Campioni e le innumerevoli partecipazioni alla Coppe Europee..), che vanta un florido settore giovanile, che opera nel sociale donando ogni anno 300 abbonamenti destinati agli anziani ed alle famiglie meno abbienti, che ha un rapporto di collaborazione con un allenatore ( e non con un dirigente..) conosciutissimo e stimatissimo a livello nazionale e internazionale il cui torto è solo quello di aver scelto di partecipare ad una competizione elettorale, risultando eletto, ed operare quindi nell’interesse della collettività priolese, ivi compresa, perché no???, la squadra più importante della Città, in piena trasparenza, senza andare “contro” gli interessi altrui e nel rispetto di quanto previsto dalle Leggi vigenti.

 

Aggiungo per finire, da semplice cittadino, che non ho compreso quale sarebbe l’ipotesi di reato segnalata alla Procura, che, pur nel rispetto della libertà degli altri cittadini di rivolgersi alle istituzioni, rimango sbigottito di fronte alla semplicità con cui si ingolfano le Procure di segnalazioni e lamentele di ogni tipo, distogliendo tempo e risorse da ben altre indagini e, infine, che, sia nella veste di semplice appassionato sportivo che di Presidente del Priolo, mai mi sono permesso di giudicare gli altrui Progetti Sportivi, siano essi di B2 o B1, pensando solo ed esclusivamente ai progetti di mia competenza, ovvero a progetti che da anni portano indubbi benefici nazionali ed internazionali in campo sportivo al Comune di Priolo Gargallo ed a tutta la Provincia di Siracusa.

Per quanto sopra con la presente diffido chiunque abbia visto fallire i propri progetti sportivi, qualunque siano i motivi (sui quali non è mio compito dare giudizi..), dal tirare in ballo a sproposito il G.S. Trogylos Basket Priolo, sol perché ha beneficiato di contributi straordinari sulla base di presupposti previsti dalle Leggi ed avendone tutti i requisiti, a meno che non si dimostri il contrario con i fatti e non agendo solo sulla base di inutili confronti e roboanti segnalazioni; tanto più che il suddetto confronto viene fatto con una Società che se resiste da anni ai vertici della pallacanestro femminile nazionale non sarà certo per qualche migliaia di euro in più di contributi straordinari, ma in virtù di una seria programmazione e di un’oculata gestione finanziaria.

Ribadisco infine, senza timore di essere accusato di piaggeria, piena solidarietà all’attuale Amministrazione Comunale priolese che, come tutte le precedenti, ha contribuito a sostenere il nostro progetto che dura da circa quarant’anni, a differenza di altre amministrazioni, leggasi Provincia di Siracusa che, pur vantando ugualmente un legame territoriale con chi disputa il massimo campionato di pallacanestro, non eroga da anni alcun contributo, preferendo sostenere una miriade di sagre, balletti ed esibizioni canore (con tutto il rispetto per i cibi e per gli artisti) possibilmente situate nella zona sud della Provincia.”

Avv. Paolo Giuliano
Presidente G.S. Trogylos Basket Priolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo