Bufera su Melilli: arrestato il sindaco Carta, misure cautelari per il primo cittadino di Francofonte, dipendenti pubblici e imprenditori

Il sindaco di Francofonte Daniele Lentini, a seguito dell'operazione odierna è stato sottoposto a una misura cautelare del divieto di dimora nei comuni di Melilli e Francofonte (è dipendente del comune ibleo)

notte-polizia

Dalle prime ore di questa mattina, personale della Polizia di Stato del Commissariato di Priolo Gargallo, su delega della Procura della Repubblica, sta dando esecuzione ad ordinanza di applicazione di misure cautelari coercitive ed interdittive, emessa dal Gip del Tribunale di Siracusa su richiesta della Procura, nei confronti di amministratori, pubblici dipendenti ed imprenditori, gravemente indiziati di aver commesso molteplici reati contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica ed il patrimonio, in relazione alle procedure di affidamento di lavori e servizi da parte di uffici pubblici.

Turbativa d’asta per servizi appaltati dai Comuni di Melilli e Francofonte. Questa l’accusa più grave per due sindaci, un assessore e sei imprenditori del Siracusano. Gli agenti del commissariato di Priolo Gargallo hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per il sindaco di Mellilli Giuseppe Carta mentre il sindaco di Francofonte Daniele Lentini, a seguito dell’operazione odierna è stato sottoposto a una misura cautelare del divieto di dimora nei comuni di Melilli e Francofonte (è dipendente del comune ibleo).

Le altre otto misure riguardano assessori sospesi dall’incarico negli uffici pubblici e imprenditori che sono stati sospesi dalla loro attività imprenditoriale. Le misure cautelari coercitive ed interdittive sono state emesse dal Gip del Tribunale di Siracusa.

I dettagli dell’attività di polizia giudiziaria, convenzionalmente denominata “Operazione Muddica”, verranno divulgati alle 11 nei locali della Questura di Siracusa, nel corso di conferenza stampa tenuta dal Procuratore aggiunto Fabio Scavone edal Sostituto Procuratore Tommaso Pagano, che hanno coordinato e diretto le indagini, con la partecipazione degli investigatori dell’Ufficio di polizia giudiziaria che le ha svolte.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo