Calcio: A Paternò non si gioca. Palazzolo matematicamente in Serie D

Calcio: A Paternò non si gioca

IL PALAZZOLO E’ MATEMATICAMENTE IN SERIE D
 

Palazzolo: Ferla, Cinolauro, Miraglia, Berti, Liga, Alderuccio, Martines, Nastasi, Rosa, Spampinato, Scaravilla. A disp.: Gravino, Cervillera, Gangi, Mirabella, Garofalo, Tornatore, Gallo. All. Giuseppe Anastasi.
Arbitro: Sig. La Lomia di Agrigento. Ass. Sig. Regolo e Sig. Conti di Acireale
 

La vittoria a tavolino contro il Paternò consente al Palazzolo di conquistare la matematica certezza del
ritorno in serie D. A far da cornice alla vittoria gialloverde è l’irreale silenzio dello stadio “Falcone-Borsellino” dove si sarebbe dovuta disputare la ventottesima giornata del campionato di Eccellenza. Nell’impianto della cittadina etnea, come era nelle previsioni, la comitiva gialloverde ha trovato solo i custodi, le forze dell’ordine e la terna arbitrale.
Nessuna traccia della squadra avversaria che dopo questa quarta rinuncia consecutiva scomparirà dal panorama calcistico. Dopo il riconoscimento si è atteso 45 minuti, come stabilito dal regolamento, prima di dichiarare l’incontro chiuso.
“Dispiace vedere scomparire il calcio in una città come Paternò – ha dichiarato il tecnico gialloverde Giuseppe Anastasi – con una storia calcistica gloriosa . In una città grande come questa si può fare tanto”. Anche i numeri dicono oramai che nessuna delle inseguitrici può raggiungere la squadra palazzolese. “Ufficialmente ritorniamo in serie D – continua Anastasi – ed è l’obiettivo che ci eravamo posti dopo il cambio dei vertici societari. Il presidente è stata una persona straordinaria perché ha mantenuto tutti gli impegni presi ed ha allestito un organico di tutto rispetto. Siamo partiti dopo degli altri, all’inizio abbiamo pagato il ritardo ma i ragazzi sono stati bravi a recuperare. Ringrazio i miei giocatori, il presidente, il direttore sportivo Cassarà, il direttore generale Scibetta e i vicepresidenti.”
La vittoria con largo anticipo consentirà alla dirigenza gialloverde di programmare per tempo la prossima stagione. “Il progetto della società – conclude il tecnico etneo – è di portare il professionismo a Palazzolo. Se ci sarà la possibilità di andare in seconda divisione da quest’anno attraverso i ripescaggi, credo che il Presidente non si tirerà indietro. Ma sarà necessaria una presenza più massiccia di pubblico. Ringrazio i tifosi che ogni domenica hanno dimostrato affetto
alla squadra e rispetto verso il nostro lavoro ma un campionato in C2 o in Interregionale richiede un apporto di un pubblico molto più numeroso.”
La squadra tornerà al lavoro martedì per preparare la sfida interna contro il Vittoria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo