Capitaneria di Porto

Pesca di frodo, sequestrata una rete a Priolo Gargallo e affondata un’altra ad Agnone Bagni

motovedetta-cp-2204

In due casi si è trattato di reti collocate in zona in cui è fatto divieto assoluto di pesca, ovverosia nel seno di Priolo, in prossimità di un pontile industriale, e nel porto megarese, nei pressi dell’antico avamposto di Torre Avolos. Nell’altro caso gli attrezzi da pesca erano stati posizionati nello specchio di mare antistante la località di Agnone Bagni, non adeguatamente segnalati e costituenti, pertanto, un pericolo per la sicurezza della navigazione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi