A Città della Notte a Villasmundo risate e musica con Masciarelli e “I Meravigliosi anni ’60”. Svelata la prossima stagione: c’è Luca Argentero

Si stava meglio quando si stava peggio, così Masciarelli ha proseguito raccontando modi di vivere e di fare degli anni '60/'70, coinvolgendo gli spettatori in una girandola di comicità, musica e ricordi

masciarelli

Si stava meglio quando si stava peggio. Partendo da questo assunto, Stefano Masciarelli è salito sul palco del teatro Città della Notte con Fabrizio Coniglio e musiche dal vivo con l’orchestra e la voce di Valentina Olla con lo spettacolo “I meravigliosi anni ’60”.

Il penultimo appuntamento della stagione teatrale Turi Ferro ha visto una platea piena divertirsi in compagnia del poliedrico attore romano che ha coinvolto il pubblico in una serata intensa di ricordi e canzoni, con arrangiamenti rivisitati e suonati dal vivo. Si stava meglio quando si stava peggio, così Masciarelli ha proseguito raccontando modi di vivere e di fare degli anni ’60/’70, coinvolgendo gli spettatori in una girandola di comicità, musica e ricordi.

Ieri è stato inoltre svelato il calendario della stagione 2019/2020. Ci saranno Enrico Guarneri (Mastro don Gesualdo) e Salvo La Rosa (Io sono l’Altro), Sergio Assisi (Liolà), Sebastiano Lo Monaco (Antigone), Pippo Pattavina (L’Avaro), Martufello e Manuela Villa (Per un pugno di sgay), Pino Insegno e Federico Perrotta (One… two man show) e Luca Argentero con “È questa la vita che sognavo da bambino” per la regia di Edoardo Leo. Il diritto di prelazione scade il 15 giugno.

citta-della-notte


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo