Il Comune di Solarino è stato tappa istituzionale del Prefetto: “l’unità di intenti è la direzione sulla quale occorre muoversi”

prefetto_cc_gdf_scorpo

Il Comune di Solarino è stato stamattina tappa istituzionale del prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, nel suo giro per i Comuni della provincia siracusana, ad iniziare da quelli dove si voterà il prossimo 11 giugno. Ad accompagnarlo il comandante provinciale dei Carabinieri, Luigi Grasso e della Guardia di finanza, Antonino Spampinato, oltre a Giusy Agnello, vicario del Questore di Siracusa. A fare gli onori di casa il sindaco Sebastiano Scorpo, accompagnato dalla presidente del consiglio comunale Rosaria Manigrasso. Presenti anche il comandante della locale caserma dei carabinieri e della polizia municipale.

Il Comune è un ente locale che deve occuparsi di tutto – ha esordito il prefetto – il sindaco è il primo interlocutore con i cittadini e proprio per questo desidero esprimere la mia vicinanza al delicato lavoro dei Comuni. La cittadinanza vuole risposte, le imprese aspettano certezze, l’utenza va informata sulle attività comunali“. Il prefetto ha sottolineato la sua volontà di essere vicino agli enti locali, di recarsi sul territorio, conoscere gli amministratori, cercare di capire le esigenze, per affrontare e risolvere i problemi.

Da soli non si va da nessuna parte – ha affermato Castaldo – l’unità di intenti è la direzione sulla quale occorre muoversi“. Il sindaco di Solarino, da parte sua, si è detto onorato della visita delle alte autorità civili e militari, ribadendo piena disponibilità e collaborazione con tutte le istituzioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi