Controlli dei Carabinieri in provincia di Siracusa nell’ultimo mese: 29 arresti, 64 denunce e oltre 5.000 persone fermate

Sono stati, altresì, sequestrati oltre 700 grammi di sostanze stupefacenti tra cocaina, hashish e marijuana ed alcune armi, sia da sparo che bianche e controllate circa 1200 persone tra arresti domiciliari, sorvegliati speciali o in libertà vigilata

controlli-cc-repertorio

Grande impegno dei Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa nel lungo periodo delle festività appena concluso. Dal 10 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 sono state impiegate oltre 1000 pattuglie su tutto il territorio con 2000 militari che hanno controllato le aree urbane e cittadine di tutta la Provincia. Gli straordinari servizi di controllo del territorio, predisposti in adesione a quanto stabilito in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e in ottemperanza alle line guida fornite dalla scala gerarchica dell’Arma, hanno consentito di garantire una maggiore sicurezza in tutti i luoghi dove residenti e turisti hanno potuto godere appieno e nel massimo della serenità delle giornate di festa.

Pattuglie appiedate, automontate ed in abiti civili hanno vigilato con la massima discrezione contribuendo ad aumentare notevolmente la percezione del senso di sicurezza. Sono stati attentamente vigilati aree e luoghi connotati da un significativo afflusso di persone nonché alberghi e strutture ricettive, con particolare attenzione anche a tutte le località dove sono ubicate chiese, santuari, cimiteri, luoghi simbolo della cristianità, banche, esercizi e centri commerciali.

I risultati dei controlli hanno portato a 29 arresti, 64 persone denunciate in stato di libertà e 15 soggetti segnalati alla Prefettura per essere stati trovati in possesso di stupefacente per uso personale. Tra gli interventi più significativi si ricordano:

  • a Siracusa, l’11 dicembre scorso, l’arresto di un 18enne che dopo aver rubato uno scooter tentava la fuga sulla pista ciclabile;
  • a Francofonte il 12 dicembre il sequestro di una discarica abusiva di rifiuti pericolosi, con la denuncia a piede libero di due persone;
  • a Rosolini, il 26 dicembre, la denuncia di un 69enne, per la detenzione di oltre 12 kg. di materiale esplodente e artifizi pirotecnici;
  • a Siracusa, il 31 dicembre, il sequestro di oltre 18 kg di materiale pirotecnico;
  • a Villasmundo, nella notte di capodanno, l’arresto di 4 uomini per rissa e lesioni personali aggravate;
  • a Rosolini, il 2 gennaio scorso l’arresto di padre e figlio per la detenzione, in casa di 1 kg. di hashish.

Sono stati, altresì, sequestrati oltre 700 grammi di sostanze stupefacenti tra cocaina, hashish e marijuana ed alcune armi, sia da sparo che bianche e controllate circa 1200 persone tra arresti domiciliari, sorvegliati speciali o in libertà vigilata.

Nel territorio della Compagnia di Siracusa, Complessivamente, sono state svolte circa 380 pattuglie auto/motomontate e impiegati oltre 800 Carabinieri, sia in uniforme che in abiti civili per servizi di polizia giudiziaria, specie orientati alla prevenzione dei furti in appartamento, di autovetture e motocicli, delle truffe, della violenza di genere e dei reati in materia di stupefacenti. Tra i compiti loro affidati vi è stato anche quello di vigilare sulle strade urbane ed extraurbane, in considerazione dell’elevato numero di veicoli in movimento durante il periodo di festa, per sensibilizzare, ancor più che reprimere, sui comportamenti scorretti alla guida forieri di tragici incidenti.

Nello specifico settore sono state controllate 2600 persone a bordo di oltre 1.800 veicoli e contestualmente elevate 146 contravvenzioni al Codice della Strada, per complessivi 58 mila euro circa di importo e la decurtazione di 493 punti patente complessivi. Numerosi anche i controlli antidroga delle pattuglie impiegate sul territorio e nei confronti delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, che hanno portato a 15 arresti e 41 denunce a piede libero nonché 7 segnalazioni alla Prefettura per possesso di modica quantità di stupefacente.

Particolare attenzione è stata anche rivolta ai veicoli adibiti al trasporto di alimenti deperibili come prodotti ittici e verdura destinati ai ristoranti dei locali di Ortigia, per garantire le migliori condizioni igieniche sanitarie dei prodotti acquistati e serviti sulle tavole dei locali più frequentati dai turisti e dalla popolazione siracusana.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo