Diciassette nuovi agenti di polizia penitenziaria a Siracusa, soddisfatti i deputati del M5S

Saranno complessivamente 123 gli agenti destinati alle strutture carcerarie siciliane. A Siracusa andranno 17 nuove unità tra Augusta, Noto e Cavadonna

Augusta, "Agenti della polizia penitenziaria dimenticati": la protesta del Sappe

A seguito dell’interrogazione al ministero della Giustizia sulle condizioni difficili dei penitenziari di Caltagirone e Siracusa che pativano una penuria di personale di Polizia Penitenziaria, con agenti costretti a turni massacranti e a mancati riposi, adesso il ministro Bonafede e il governo hanno dato una risposta immediata e puntuale alle esigenze della nostra terra“.

Lo hanno dichiarato i parlamentari siracusani del Movimento Cinque Stelle Paolo Ficara, Filippo Scerra, Maria Marzana e Pino Pisani. Con i colleghi Rizzo e Saitta avevano chiesto lumi al Governo sulle condizioni dell’organico della polizia penitenziaria in particolare nelle strutture di Caltagirone e Siracusa e, in generale, delle altre strutture carcerarie isolane.

Saranno complessivamente 123 gli agenti destinati alle strutture carcerarie siciliane. A Siracusa andranno 17 nuove unità tra Augusta, Noto e Cavadonna. “È un primo segnale che si vuol dare – proseguono i deputati pentastellati -. Più agenti vuol dire più sicurezza all’interno delle strutture e una maggiore serenità degli operatori di Polizia Penitenziaria. Negli ultimi anni mai prima d’ora un governo aveva investito in maniera così incisiva nel settore, ringraziamo il sottosegretario Vittorio Ferraresi e il ministro Alfonso Bonafede per la grande sensibilità a attenzione dimostrate nei confronti delle problematiche che il Movimento Cinque Stelle ha avanzato”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo