Il direttore del Parco archeologico in visita al Comune di Siracusa. Obiettivo: essere il primo in Sicilia per numero di visitatori

Tra gli argomenti toccati, quello della fruizione del Parco, che dovrebbe essere ampliata negli orari e negli spazi aprendo al pubblico siti di rilievo oggi chiusi

rizzuto-1

Le prospettive di crescita dal Parco archeologico di Siracusa e le possibili intese con il Comune sono stati al centro della visita che il direttore del neo istituito sito culturale, Calogero Rizzuto, ha fatto stamattina al sindaco, Francesco Italia. All’incontro, che si è svolto nello studio verde di palazzo Vermexio, ha partecipato anche l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune, Fabio Granata.

“Sono molto felice della nomina – ha detto il sindaco Italia – perché ho avuto modo di apprezzare le capacità del direttore quando è stato soprintendente ai Beni culturali e ambientali di Siracusa. Il Parco è una enorme opportunità per Siracusa e per tutto il comprensorio, dunque per un’ampia porzione del sudest siciliano. Registro già, con soddisfazione, l’interessamento degli operatori turistici e degli imprenditori che scommettono sui beni culturali e che vedono con favore la possibilità di relazionarsi con una struttura snella e non ingessata nei processi decisionali”.

Altro argomento toccato è quello della fruizione del Parco, che dovrebbe essere ampliata negli orari e negli spazi aprendo al pubblico siti di rilievo oggi chiusi. Sul punto l’assessore Granata ha annunciato la consegna, in tempi brevi, di una relazione.

“Condivido l’ambizione già manifestata dal direttore – ha concluso il sindaco Italia – di fare di Siracusa il primo parco culturale della Sicilia per numero di visitatori. Credo che, se ci sarà una solida collaborazione tra le istituzioni, sia un obiettivo a portata di mano perché esistono le potenzialità in termini di patrimonio storico e monumentale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo