Discarica di Armicci, la Cannata presenta un’interrogazione agli assessorati competenti

In particolare la parlamentare siracusana vuol capire se i due assessorati siano al corrente dell’evidente impatto ambientale che la discarica avrebbe per un territorio di pregio come quello coinvolto

Lentini, Discarica in contrada Armicci: il Movimento 5 Stelle chiede l'intervento del Consiglio comunale

La sentenza 622 del Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo dello scorso 1 luglio ha ribaltato la decisione del Tar e ha di fatto autorizzato la realizzazione di una discarica per rifiuti speciali non pericolosi nel Comune di Lentini in contrada Armicci, destando perplessità e forte preoccupazione nella comunità e amministrazione lentinese e limitrofa, che fin dal 2016 ne ha contestato la realizzazione.

Una sentenza che oggi finisce all’Ars dopo che il deputato regionale Rossana Cannata ha presentato un’apposita interrogazione all’assessorato all’Energia. “Ho ritenuto presentare una interrogazione – spiega la Vicepresidente dell’Antimafia – chiedendo al Presidente della Regione, all’Assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità e all’Assessore del Territorio e dell’Ambiente se ritengono opportuno rivedere la procedura amministrativa autorizzativa della costruenda discarica in attesa della definitività della vicenda giudiziaria nell’interesse della salute e dell’economia del territorio di Lentini”.

In particolare la parlamentare siracusana vuol capire se i due assessorati siano al corrente dell’evidente impatto ambientale che la discarica avrebbe per un territorio di pregio come quello coinvolto, quale l’area archeologica di “Valsavoia Armicci” e l’area naturalistica attorno al lago Biviere di Lentini, sito di importanza comunitaria e zona di protezione speciale, “nonchè – conclude –  per la tutela e l’attenzione da riservare alle coltivazioni biologiche del tarocco e dell’arancia rossa presenti nelle zone adiacenti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo