Domani la Masterclass del profetto “Migrantes” promosso dalla Fildis Siracusa e dall’University Women of Europe

migrantes_fildis

Il “Progetto Migrantes” promosso dalle associazioni di volontariato Fildis Siracusa e dall’University Women of Europe (Uwe), è un progetto di cooperazione internazionale per la valorizzazione dei talenti e delle professionalità femminili, della differenza di genere, dell’integrazione sociale e culturale delle donne immigrate.

Dopo l’anteprima al Teatro Greco di Siracusa in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato occorsa il 19 giugno, è in programma a Taormina un evento importante che la rassegna internazionale Taomoda ha dedicato al Progetto Migrantes. Si tratta della Masterclass per la moda “La coperta dell’accoglienza” che si svolgerà domenica 16 luglio alle ore 17.30 nella cornice dell’Excelsior Palace Hotel di Taormina: un gruppo di donne immigrate, afferenti al Centro di Accoglienza Stella Maris Sora Acqua e all’International Center di Ramzi Harrabi, impareranno le prime regole delle tecniche taglio e cucito alla guida della stilista Filly Cusenza.

Successivamente l’abito nato dal Progetto ‘Migrantes’, che per il 2017 è firmato dal brand Filly Biz andrà in scena al Teatro antico di Taormina il 22 luglio per poi andare all’asta e con il ricavato verranno acquistate le macchine da cucire da donare alle donne migranti/immigrate indirizzandole così anche verso una nuova prospettiva di integrazione professionale nel settore della moda, assurgendo a simbolo di una armonia possibile con quelle che sono le direttive europee.

In occasione della Masterclass ci sarà anche l’intervento degli attori dell’Accademia Nazione del Dramma Antico di Siracusa  Michele Dell’Utri, Attilio Ierna, Giulia Valentini che metteranno in scena lo spettacolo ‘L’accoglienza è servita! “Entrées” di letteratura enogastronomica per introdurre piccole pièce teatrali e improvvisazioni con un insolito repertorio con divertenti “entrées” preparate da alcuni grandi “chef” della letteratura europea: Marcel Proust, Giovannino Guareschi, Italo Calvino,  Filippo Tommaso Marinetti, Luigi Pulci, Giuseppe Tomasi di Lampedusa e tanti tanti altri.

D’intesa con il Consiglio direttivo della Fildis Siracusa e unitamente agli accordi in atto con la University Women of Europe si è deciso di incrementare le azioni a sostegno e promozione delle donne migranti nel territorio, per dare loro una prospettiva anche nel settore imprenditoriale ed in particolare della moda. Come ha dichiarato ElenaFlavia Castagnino Berlinghieri, ideatrice del progetto, Presidente Fildis Siracusa e Vice-Presidente europea University Women of Europe “L’unione moda-migrantes rappresenta una svolta significativa nel riconoscimento del ruolo delle donne, di tutte le donne, all’interno di ogni società che si confronti con il resto del mondo e che vuole rendere più efficace l’applicazione del mainstreaming di ‘genere’ in tutti gli ambiti, con progetti solidali coniugati alla nostra realtà e spendibili nel territorio.”

Il ‘Progetto Migrantes’ s’inserisce infatti nel solco di una consolidata linea di azione portata avanti da Fildis e Uwe con la volontà coniugare l’impegno sociale e le professioni femminili con la moda, attraverso azioni di solidarietà e aiuto verso le donne migranti presenti nel nostro territorio, una realtà difficile che qui in Sicilia viene vissuta quotidianamente e intensamente.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi