Floridia, i Carabinieri eseguono un provvedimento di aggravamento pena

Lo stesso, infatti, già sottoposto all’obbligo di firma per altri reati precedentemente commessi e in attesa della definizione dei relativi procedimenti, in più occasioni non aveva rispettato gli obblighi previsti dalla misura cautelare cui era sottoposto ed inoltre, pochi giorni fa, era stato arrestato dai Carabinieri di Solarino poiché trovato in possesso di sostanza stupefacente destinata allo spaccio

privitera-massimo

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Tenenza di Floridia, in esecuzione del provvedimento di aggravamento misura cautelare emesso dal Tribunale di Siracusa, hanno arrestato Massimo Privitera, classe 1973, muratore floridiano e pregiudicato.

Lo stesso, infatti, già sottoposto all’obbligo di firma per altri reati precedentemente commessi e in attesa della definizione dei relativi procedimenti, in più occasioni non aveva rispettato gli obblighi previsti dalla misura cautelare cui era sottoposto ed inoltre, pochi giorni fa, era stato arrestato dai Carabinieri di Solarino poiché trovato in possesso di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.

Per questi motivi, il Tribunale di Siracusa, preso atto delle segnalazioni dei Carabinieri, ha deciso di aggravare la misura cautelare cui il 46enne era sottoposto, applicando nei suoi confronti la detenzione agli arresti domiciliari.

L’arrestato, accompagnato presso i locali della Tenenza di Floridia per le formalità di rito, è stato poi sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione così come disposto dalla stessa Autorità Giudiziaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo