Floridia, “Mamma mia” che spettacolo in piazza del Popolo

Il celebre musical interpretato dagli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria

scuola

Piccoli artisti crescono. Attori, cantanti, musicisti e ballerini. Alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria che affrontano il palcoscenico con passione e preparazione. Allegria e spensieratezza. Rigore dei professionisti e vivacità dei bambini a braccetto per “Mamma mia”, il musical del I Istituto comprensivo “Edmondo De Amicis” di Floridia, andato in scena in piazza del Popolo. Dove il numeroso pubblico – fatto anche e soprattutto di genitori orgogliosi – si è lasciato travolgere dall’energia contagiosa dei ragazzi che, sulle note trascinanti degli Abba, hanno cantato e recitato. Ballato e suonato. Rigorosamente dal vivo. Con qualche “incursione” degli adulti – genitori ma non solo – nell’ensemble De Amicis.

Violino, chitarra, flauto, clarinetto, sax soprano, sax alto, sax tenore, baritono, pianoforte, glockenspiel e batteria – diretti da Antonio Granata – a sottolineare parole e movimenti. A disegnare i suoni armoniosi dei maestri di strumento Corrado Genovese, Giovanna Lo Monaco e Carmela Bianca. Ad accompagnare il coro vivace diretto da Concetta Mangiafico. A sostenere la sceneggiatura – “impegnata” e “leggera” insieme – di Chiara Catinella, Rita Spadaro e Manuela Spina. A dare ritmo alle coreografie coinvolgenti di Emanuela Lentini. A giocare con le scenografie “estive” di Michela Grasso. Sulla regia sapiente di Beatrice Tondo. Tanti gli assistenti alla regia e scenografia e i diversi professionisti della scuola a vario titolo artefici del successo dello spettacolo che ha avuto il potere di sorprendere e stupire.

“Mamma mia” ha così portato in piazza a Floridia una ventata di festa e magia. Incanto misto a un pizzico di ironia. La storia – nota – è quella del musical della drammaturga inglese Catherine Johnson. Siamo su un’isola greca. La protagonista, Donna, è una madre coraggiosa che cresce la figlia tutta da sola. Divenuta grande, Sophie vuole sposare Sky ma le manca qualcosa. Anzi qualcuno. Il padre che l’avrebbe portata all’altare. Così, complice un vecchio diario, Sophie scopre dei nomi e spedisce inviti a possibili “candidati”, vecchie fiamme di Donna. Il loro arrivo a sorpresa scatena il caos. Ma per fortuna ci sono le amiche a sistemare ogni cosa, o quasi…

Questa l’opera con cui – dopo il “Il Fantasma dell’Opera” dello scorso anno – si è confrontato stavolta il I istituto comprensivo “Edmondo De Amicis”. Uno spettacolo solo all’apparenza “leggero”. Perché si balla e si canta, sì. Ma i temi affrontati sono importanti. Impegnativi. Preziosi. Per i giovani anzitutto. La famiglia – monogenitoriale, allargata, tradizionale – il confronto tra generazioni, l’amicizia, l’indipendenza, l’aspirazione alla realizzazione di se stessi, il superamento dei pregiudizi. Proprio come sottolineato dal dirigente scolastico Giorgio Agnellino, sul palco con il sindaco di Floridia, Giovanni Limoli, e l’insegnante Concetta Signorelli: “Ciò che ci sta più a cuore è far crescere i ragazzi, i nostri futuri cittadini, con valori sani, come solidarietà e collaborazione, che non dimenticheranno mai”. Senza tralasciare un po’ di sano divertimento.

E tutto ciò è più che evidente a giudicare dall’evento di fine anno della scuola, uno spettacolo, trainante, ricco di emozioni e di suggestioni. Un’esperienza destinata a rimanere indelebile nel cuore e nella mente dei ragazzi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo