Floridia, vertenza Uno Discount: proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori

I 4 lavoratori del punto vendita che non sono stati posti in Cigs (in totale i dipendenti sono ancora 6), non hanno ancora percepito lo stipendio del mese di aprile

Immagine di repertorio

Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori di Uno Discount Floridia, afferente al gruppo Abate, da mesi impelagato in una procedura fallimentare al tribunale di Catania.

I 4 lavoratori del punto vendita che non sono stati posti in Cigs (in totale i dipendenti sono ancora 6), non hanno ancora percepito lo stipendio del mese di aprile e il tutto ovviamente, con l’aggravio della totale incertezza sul domani. Infatti l’immobile in cui adesso è collocato il punto vendita risulta aggiudicato tramite asta giudiziaria al gruppo Radenza che espone il marchio Crai e che non ha ancora dato nessun cenno di intenzioni su cosa vuol fare.

“Abbiamo più volte richiesto un incontro tra le parti e in ultimo invitato l’Ispettorato del Lavoro a imbastire un tavolo di raffreddamento per discutere sulle possibili soluzioni. C’è la volontà di cedere la licenza da parte di Abate, ma non si capisce invece qual è la posizione del gruppo Radenza che già vanta due punti vendita a Floridia e che si dimostra allergico a qualsiasi tipo di relazione sindacale. Siamo riusciti con fatica, nello scorso mese, a far inserire una clausola di salvaguardia nel verbale di passaggio di altri punti vendita di Abate in favore di Md discount, ma a oggi questa ci sembra una magra consolazione. Raccogliamo, inoltre, favorevolmente dopo nostra richiesta, la volontà del sindaco Limoli di affrontare la questione e dibatterla in un Consiglio comunale aperto.” Queste le dichiarazioni del segretario generale Filcams Cgil Siracusa Alessandro Vasquez che assicura il massimo impegno di tutta la struttura che rappresenta, nella complicatissima vertenza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo