Gli animalisti italiani contro il Comune di Siracusa: “non rispettate le leggi sull’abbandono, valuteremo possibili azioni legali”

Due cuccioli, un maschio e una femmina abbandonati nei pressi di un cassonetto dell'immondizia e soccorsi dagli animalisti. I due cani adesso sono in un ricovero e saranno dati in adozione

cuccioli-abbandonati-animalisti

L’associazione Animalisti Italiani intenzionata ad adire le vie di legge per il presunto mancato rispetto della legge in merito all’abbandono di animali. Il fatto, stando a quanto riferito dagli animalisti, sarebbe accaduto lo scorso 8 marzo, quando Maria Concetta Sirugo, responsabile di Animalisti Italiani Onlus di Siracusa ha denunciato ai competenti uffici comunali la presenza di due cuccioli di cane. I cuccioli erano stati ritrovati per strada accanto a un cassonetto dell’immondizia.

Dopo una segnalazione al corpo di Polizia Municipale di Siracusa, è seguita un’altra denuncia alla dirigente comunale, entrambe pare senza esisto. Gli animalisti, infatti, riferiscono di aver ricevuto come risposta che i cuccioli “non sarebbero stati recuperati” – come invece prevede la L.R. 15/2000 – e che “sarebbero stati eventualmente prelevati solo dopo una denuncia di abbandono contro ignoti sporta da chi aveva segnalato il ritrovamento da valutare in quanto “impegni di spesa” per l’amministrazione”.

In Sicilia il randagismo – afferma la Sirugo – è una piaga dilagante, ma come si potrà mai sconfiggerlo se ad alimentarlo sono gli stessi enti locali che invece, per legge, dovrebbero contrastarlo? Alle amministrazioni comunali spetta la responsabilità della tutela degli animali vaganti sul territorio. Che sono di proprietà del sindaco. Non è ammissibile – prosegue Sirugo – che, come ho già sottolineato nel recente incontro con il presidente della Regione, Nello Musumeci, la legge venga costantemente disattesa, ignorando totalmente la sofferenza di creature innocenti”.

Dalla sede nazionale, interviene anche la Responsabile Sedi Locali e Randagismo di Animalisti Italiani Onlus, Emanuela Bignami: “Il presidente Musumeci ha stanziato due milioni di euro per le sterilizzazioni sul territorio, ma se le amministrazioni comunali siciliane non rispettano le leggi sul randagismo, e non attivano le procedure obbligatorie, non cambierà mai niente. L’omissione del Comune di Siracusa nel caso di questi due cuccioli di cane è un’ulteriore prova delle loro mancanze. Ci rivolgeremo ai nostri legali per valutare le azioni da intraprendere contro il Comune di Siracusa”.

Visto il presunto mancato intervento del Comune, Animalisti Italiani Onlus ha provveduto a un immediato ricovero per i due cuccioli. I due cani saranno ora dati in adozione, sono un maschio e una femmina. Chi volesse prenderli in affido scriva a segreteria@animalisti.it o emanuela.bignami@animalisti.it

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo