Immigrati A Cassibile: Con La Stagione Del Raccolto, “Organizzare Una Civile Convivenza”

Immigrati A Cassibile: Con La Stagione Del Raccolto, “Organizzare Una Civile Convivenza”

La conferenza dei capigruppo ha deciso stamani di aprire a tutti i soggetti istituzionali e sociali interessati, a partire dal ministro per l’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, la seduta del consiglio comunale di lunedì prossimo (23 febbraio), alle 10,30, dedicata a: “Presenza extracomunitari nel territorio di Cassibile in previsione della prossima campagna di raccolta dei prodotti agricoli”.

“Ogni anno, nella stagione del raccolto – ha commentato il presidente del consiglio comunale, Edy Bandiera – assistiamo a Cassibile al formarsi di accampamenti di fortuna e privi di servizi dove gli immigrati si sistemano per lavorare nei campi. È necessario, allora, che i soggetti competenti si incontrino per tempo con l’obiettivo di organizzare le strutture necessarie, limitare l’impatto sul territorio e creare le condizioni per una convivenza civile con i residenti”.

Circa la questione, alla seduta consiliare, oltre al ministro Prestigiacomo, saranno invitati il prefetto, Maria Fiorella Scandura, il sindaco, Roberto Visentin, il presidente della Provincia, Nicola Bono, i deputati nazionali e regionali, gli assessori comunali alla Politiche sociali e alla Protezione civile, Salvatore Castagnino e Alfredo Boscarino, il presidente della Circoscrizione di Cassibile, Antonino Trimarchi, il comandate della Polizia municipale, Salvatore Correnti, il presidente della Consulta degli immigrati, il responsabile del Servizio di accoglienza attiva dell’Asl 8, i presidenti delle associazioni degli agricoltori e il rappresentante di Medici senza frontiere.

I capigruppo consiliari hanno, poi, pianificato le sedute di marzo. Tra gli argomenti non compare il progetto del villaggio “Acquamarina club 2” di Terrauzza; la conferenza ha deciso, infatti, di riunirsi giovedì prossimo, 26 febbraio con il sindaco, per ascoltare qual è l’indirizzo che intende seguire circa la proposta di referendum avanzata dal presidente della circoscrizione Neapolis, Giovanni Di Lorenzo.

Nel mese di marzo sono state calendarizzate cinque sedute: giorno 2 il Consiglio si riunirà per discutere sui regolamenti della Consulta degli studenti e della Scuola comunale di musica, sulla variante all’ex carcere borbonico, sulla carta dei servizi della biblioteca comunale; il 9, seduta dedicata al piano degli impianti pubblicitari; il 16 si discuteranno alcuni ordini del giorno presentati dai consiglieri, tra cui quello sui precari del Comune; il 23 si parlerà del regolamento della consulta degli immigrati; infine, giorno 30 riunione straordinaria dedicata all’università con i rappresentanti dei consorzio “Archimede” e dei docenti.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo