Intitolare 5 nuove strade di Siracusa alle vittime della mafia, la proposta del consigliere Buccheri

La richiesta è contenuta all’interno di un atto di indirizzo dal titolo “Le vie dei diritti e della legalità” presentato durante il Consiglio comunale di lunedì sera

Intitolare 5 nuove strade di Siracusa a chi ha sacrificato la propria vita per combattere la mafia. È la richiesta di Andrea Buccheri, contenuta all’interno di un atto di indirizzo dal titolo “Le vie dei diritti e della legalità” presentato durante il Consiglio comunale di lunedì sera. Domani è la giornata della legalità, istituita per ricordare le vittime della mafia in occasione dell’anniversario della strage di Capaci. Tutti i capigruppo presenti (sia della maggioranza che dell’opposizione) hanno sottoscritto l’atto di indirizzo.

L’attentato in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta – dice il consigliere comunale del gruppo “Democratici per Siracusa – segnò un capitolo dolorosissimo per la storia d’Italia: fu l’inizio della guerra tra mafia e Stato. Dopo quel 23 maggio del 1992 molte cose sono cambiate in Italia, a cominciare dagli atteggiamenti dell’uomo comune, passati dal silenzio omertoso che aveva paralizzato intere comunità per lungo tempo, al risveglio civile, anzi a una nuova coscienza civile. E quella frattura tra cittadini e istituzioni, in cui si era infiltrato il marciume di Cosa Nostra, iniziò a saldarsi. La gente – prosegue Buccheri – iniziò a interessarsi alla cosa pubblica e fu unita nel disprezzo verso ogni forma di criminalità organizzata. La coscienza antimafia diventò sentire comune in tutto il Paese. Iniziò gradualmente la riabilitazione morale degli italiani. E’ inevitabile pensare a quei tragici momenti passati e fare un confronto con il presente, per capire quanta strada abbiamo percorso e quanta ancora ne resta da fare”.

Andrea Buccheri è sempre molto attento ai temi riguardanti la lotta alla mafia come dimostra anche l’invito fatto pervenire al presidente Claudio Fava che, lo scorso febbraio, presentò all’Urban Center le conclusioni della commissione regionale antimafia sul “depistaggio Borsellino”. Tornando alla giornata di domani, il consigliere comunale sottolinea come “debba servire per ricordare chi ha sacrificato la propria vita sognando un paese migliore. Poter intitolare a Siracusa 5 nuove strade alle vittime della mafia – termina Buccheri – servirà a confermare che il loro sentimento di legalità continua a vivere dentro ognuno di noi, anche a distanza di anni”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo