L’App “Nose” piace ai cittadini: 276 segnalazioni in un solo giorno da Augusta, Melilli, Priolo e Siracusa

Sono gli idrocarburi quelli maggiormente segnalati. Arpa Sicilia si è attivata in funzione delle segnalazioni ricevute dai cittadini tramite la App

Diventa Reporter Augusta, Sfiaccolamento dalla zona industriale

Accolta tiepidamente, l’app “Nose” sembra iniziare a riscuotere successo tra i cittadini. Presentata a fine agosto in Prefettura a Siracusa, l’app consente ai cittadini delle tre aree ad elevato rischio ambientale dell’Isola (Priolo, Milazzo e Gela) di segnalare le eventuali molestie olfattive avvertite.

Il 19 settembre tramite la App Nose sono state inviate dai cittadini 276 segnalazioni  di cui 266 sono giunte dopo le 18.30. La maggior parte delle segnalazioni provengono dal comune di Augusta (177),  segue Siracusa (89) e Priolo (1). Sono gli idrocarburi quelli maggiormente segnalati.

Pur essendo attualmente il sistema Nose in fase sperimentale, Arpa Sicilia si è attivata in funzione delle segnalazioni ricevute dai cittadini tramite la App per campionare canister di aria nell’area di Augusta, quella maggiormente esposta alle molestie olfattive segnalate. I campioni sono stati trasportati nei laboratori di Arpa Sicilia a Siracusa appositamente attrezzati per svolgere questo tipo di analisi chimiche, le analisi sono in corso di svolgimento.

Gli utenti che fino ad oggi si sono registrati sull’ App Nose sono 1053; le segnalazioni ricevute a partire dal 30 agosto, data di avvio del sistema Nose, sono state oltre 800 (402 per Augusta, 35 per Melilli, 32 per Priolo e 316 per Siracusa).

Il sistema Nose, sviluppato insieme a Cnr – Isac, sta muovendo i primi passi di un cammino che sta mettendo a punto un prezioso sistema per cercare di identificare l’origine delle molestie olfattive segnalate. L’iniziativa, in questa prima fase sperimentale che durerà tre mesi, è rivolta ai Comuni dell’area aretusea e dopo verrà estesa al comprensorio del Mela e alla provincia di Caltanissetta. L’investimento della Regione Siciliana è di circa 840 mila euro, di cui il 40% destinato alla zona di Siracusa. Le risorse serviranno per l’acquisto di dodici rilevatori.

L’applicazione – scaricabile previa registrazione dal sito https://nose-cnr.arpa.sicilia.it – raccoglie le segnalazioni in forma anonima registrandole su un database georeferenziato e i dati aggregati per Comune saranno disponibili dalle 7 del giorno successivo. Il cittadino, in presenza di una molestia olfattiva, potrà indicare il tipo di odore percepito, l’intensità, il disturbo ed eventuali altri dettagli.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo