Lentini, I Carabinieri sventano un furto in appartamento, arrestano l’autore e denunciano il palo. Si indaga invece sul furto in una macelleria

palermogaetano

L'arrestato è stato sorpreso mentre si introduceva all’interno di un appartamento, a cui accedeva dopo aver  forzato la serratura della porta di ingresso, nell'attività commerciale invece i malviventi sono riusciti a rubare 100 euro

Nel corso della notte appena trascorsa, una macelleria di Lentini è stata oggetto di furto da parte di alcuni malviventi, che hanno asportato il registratore di cassa contenente la somma di 100 euro. Gli autori del furto hanno utilizzato l’autovettura su cui erano a bordo per infrangere la vetrata dell’esercizio commerciale ed accedere così all’interno dei locali; una volta compiuto il furto col medesimo autoveicolo si sono immediatamente dati alla fuga. Sul posto sono intervenuti i militari della locale Stazione Carabinieri  e quelli dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Augusta, per raccogliere tutti gli elementi utili all’individuazione dei malviventi e dare corso alle indagini.

Continua senza sosta l’impegno delle Stazioni dipendenti della Compagnia Carabinieri di Augusta, impegnate in incisive attività di controllo del territorio nella zona Nord della provincia aretusea. Proprio nel corso della notte appena trascorsa, personale della Stazione di Lentini,  traeva in arresto, in flagranza di reato, Gaetano Palermo, classe 81, di Lentini, per violazione di domicilio con violenza sulle cose. Nella fattispecie, i militari, transitando in una via del paese, sorprendevano il malvivente mentre si introduceva fulmineamente  all’interno di un appartamento, a cui accedeva dopo aver  forzato la serratura della porta di ingresso.

Nel medesimo contesto operativo, la professionalità dei militari permetteva pure di segnalare alla competente Autorità giudiziaria, quale indagato per il reato di favoreggiamento, D.G.B., classe 95 di Lentini, fermo nei dintorni dell’appartamento intento evidentemente a fare il palo in favore del complice. L’arrestato, espletate le formalità di  rito, veniva portato nella propria abitazione per rimanere agli arresti domiciliari cosi come disposto dall’A.G. di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi