Mariarita Sgarlata designata come consigliere delegato Inda: placet di Forza Italia e Progetto Siracusa

Adesso però servirà il voto delle commissioni cultura di Camera e Senato ma le premesse paiono buone

Siracusa, Cena all'Anfiteatro Romano: "Un altro uso privatistico di un bene pubblico"  così Sgarlata

Mariarita Sgarlata è stata designata per il ruolo di consigliere delegato della Fondazione Inda dal ministro dei Beni Culturali. Adesso però servirà il voto delle commissioni cultura di Camera e Senato ma le premesse paiono buone. Una designazione che sembra trovare sponda in Forza Italia.

Credo che sia stata indicata la persona giusta per un ruolo di rilievo e responsabilità – afferma Stefania Prestigiacomo – e credo che lei da siracusana meglio di altri potrà validamente ricoprire la funzione di consigliere delegato. La politica a volte deve sapere guardare al di là delle differenze partitiche se vuole essere davvero rappresentativa di ideali e territori. Mariarita Sgarlata è stata mia avversaria politica, è stata assessore di una giunta regionale contro cui mi sono aspramente battuta, abbiamo polemizzato in più occasioni. Ma è una personalità di cultura, di cultura classica. E’ una siracusana che conosce bene il Dramma Antico, la sua vocazione all’eccellenza culturale, la sua missione, la sua anima e il suo radicamento con la città. Ed è una donna. Che è importante.Per questo Forza Italia votera a favore della suna nomina, per questo ho sostenuto con i miei colleghi di partito l’esigenza di mettere da parte le rivalità politiche e sostenere una candidatura di valore assoluto”.
Designazione che vede anche il placet del leader di Progetto Siracusa, Ezechia Paolo Reale che definisce la Sgarlata “da sempre impegnata nella sua professione, distinguendosi come seria professionista e attenta studiosa, Mariarita Sgarlata ha costantemente espresso anche nel suo impegno politico grande passione e professionalità. Seppur politicamente distanti, nello spirito di chi ama la propria città ed augura per essa il meglio per competenza, non posso che apprezzare la caratura di chi come Mariarita Sgarlata si è distinta in questi anni in importanti battaglie per i beni culturali e ambientali per il nostro territorio e la Sicilia. Ecco perché voglio augurare ed augurarmi, presto la presenza di Mariarita Sgarlata all’interno della Fondazione Inda, fiore all’occhiello della vita culturale di Siracusa. Un ringraziamento va fatto a Pierfrancesco Pinelli che lascia la Fondazione dopo aver mostrato, nel suo difficile compito, grande serietà e passione”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo