Melilli, archiviato il procedimento ispettivo della Regione contro il Comune

Il funzionario incaricato da Palermo, dopo aver svolto le necessarie verifiche e raccolto controdeduzioni e testimonianze dell’amministrazione comunale e dei dirigenti interessati, ha disposto la chiusura del procedimento

Melilli, Operazione "Trasparenza al Comune": notificati 8 avvisi di conclusione indagini

Archiviato il procedimento ispettivo avviato dall’assessorato regionale alle Autonomie Locali nei confronti del Comune di Melilli. La Regione siciliana, infatti, dopo aver effettuato un accesso ispettivo mediante un funzionario regionale e dopo aver esaminato le controdeduzioni dell’amministrazione comunale e dei dirigenti interessati, ha disposto l’archiviazione del procedimento ispettivo, ritenendo chiarite le questioni sollevate dagli autori dell’esposto, il deputato regionale del M5S, Giorgio Pasqua e il gruppo consiliare “Ritorniamo al futuro”.

Questa archiviazione del procedimento – dice il vice sindaco di Melilli, Giuseppe Corradino – segue quelle già disposte dall’Anac, riguardanti il servizio di trasporto scolastico, per l’assenza di elementi che potessero suffragare le accuse mosse in ragione della regolarità della condotta amministrativa tenuta, nonché alla luce del rafforzamento dei livelli di legalità che l’ente ha messo in essere”.

L’amministrazione comunale, insomma, si ritiene soddisfatta di questo esito, su cui ha sempre puntato, consapevole dell’infondatezza degli esposti e della strumentalità delle deduzioni accusatorie.

A questo punto – conclude il vice sindaco – si può senza dubbio asserire che una nuova pagina della vita politica e amministrativa del Comune di Melilli può essere condotta con maggiore serenità e vigore allo scopo di dare risposte concrete ai cittadini e rilanciare l’azione programmatica dell’amministrazione secondo canoni di assoluta legalità e trasparenza, onde conseguire gli obiettivi del programma elettorale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo