Melilli, più volte in ospedale per le aggressioni subite dal compagno anche in presenza dei figli minori

Nella denuncia la vittima riferiva, ai verbalizzanti, gravissimi episodi che aveva subito ed ancora subiva dal compagno. Il protagonista, anche in presenza dei figli minori della donna, non aveva alcuna remora ad aggredire ed umiliare la compagna

violenza-sulle-donne foto di repertorio

Nella mattina di sabato i Carabinieri della Stazione di Melilli hanno dato esecuzione a misura cautelare degli arresti domiciliari, in esecuzione a provvedimento del Tribunale di Siracusa, Ufficio del Gip, Carla A. Frau, in pregiudizio di uomo augustano, commerciante, pregiudicato.

La misura detentiva è conseguente alle indagini coordinate dal Procuratore Fabio Scavone e dirette di concerto con la Procura di Siracusa nella persona di Carlo Parodi, Sostituto Procuratore, in occasione della denuncia effettuata nella Stazione Carabinieri del luogo dalla donna residente a Melilli che, all’indomani delle cure mediche che le erano state effettuate dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Augusta, a seguito di violenta aggressione subita dal suo ex compagno, decideva di denunciare le umiliazioni, le angherie, le sopraffazioni ma, soprattutto, veri e propri pestaggi che la giovane subiva, da almeno un paio di anni, dall’uomo accecato da sentimenti di fortissima gelosia.

Nella denuncia la vittima riferiva, ai verbalizzanti, gravissimi episodi che aveva subito ed ancora subiva dal compagno. Il protagonista, anche in presenza dei figli minori della donna, non aveva alcuna remora ad aggredire ed umiliare la compagna.

Diverse volte, la vittima, è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Augusta che le riscontravano, fra l’altro, traumi cranici, lesioni, contusioni, ematomi e tumefazioni. Le precise e circostanziate dichiarazioni rese dalla donna sono state riscontrate dagli inquirenti e rapportate alla locale Procura che richiedeva ed otteneva dal Gip la misura cautelare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo