Siracusa, dichiarazione dell'ufologo in merito all'avvistamento di sabato notte in Via dell'Olimpiade

Siracusa, dichiarazione dell'ufologo in merito all'avvistamento di sabato notte in Via dell'Olimpiade

Siracusa, dichiarazione dell'ufologo in merito all'avvistamento di sabato notte in Via dell'Olimpiade
12 Novembre 2012







Risale a Sabato scorso, 10 Novembre, il presunto avvistamento di un Ufo in via dell'Olimpiade, nel centro cittadino. Il Presidente del Centro Ufologico Siciliano, Salvatore Giusa, si pronuncia in merito e dichiara quanto segue:

Gentile redazione di Siracusanews, sono Salvatore Giusa Presidente del Centro Ufologico Siciliano. Vi allego le prima parte delle indagine del presunto avvistamento in via Olimpiade del 5 Novembre,pubblicato già da voi alcuni giorni fa (Leggi Qui).

La segnalazione pervenuta dal nostro coordinatore per la zona di Siracusa ha innescato una nuova indagine del C.U.S., i primi accertamenti e l'incontro con i testimoni avvenuto in data odierna, sembrano aprire interessanti connessioni di carattere ufologico. La notte tra sabato e domenica (3/4 novembre 2012), una coppia di coniugi residenti a Siracusa, zona nord, era appena rientrata a casa.

Erano circa le 2.30 del mattino, ma passata appena un'ora i due testimoni venivano svegliati da un rumore proveniente dall'esterno della loro abitazione, un suono confuso, molto simile al brusio indistinto prodotto da un gruppo di persone in conversazione tra loro. I testimoni, incuriositi, si affacciano al balcone e si trovano a circa una ventina di metri di distanza da un oggetto a forma di piatto (così viene descritto), sospeso nell'aria ad una altezza dal suolo di circa dodici metri.

Il "brusio" sembrava provenisse proprio dall'oggetto non identificato, di colore grigio scuro, con quella che sembrava essere una sorta di cupola sulla sommità e circondato da luci soffuse in basso di colore giallo. Ad un tratto l’oggetto schizza via velocissimo, quasi risucchiato dall'alto. I due coniugi, visibilmente scossi, hanno un ricordo molto nitido dell'avvistamento; la moglie, in particolare, ne è rimasta particolarmente colpita, tanto da non riuscire a dormire.

Questi i fatti salienti che hanno caratterizzato lo strano incontro avvenuto a Siracusa, un caso ancora tutto aperto che necessita di un ulteriore approfondimento e di nuovi incontri per stabilire con certezza la dinamica dei fatti e alcune caratteristiche che potrebbero portare a nuovi e ben più importanti sviluppi. I testimoni sono ancora visibilmente turbati dall'accaduto, non hanno mai avuto approfondite connessioni con il mondo ufologico ma dimostrano di conoscere il fenomeno avendone spesso parlato con amici oppure essendosi di tanto in tanto informati attraverso i classici canali di divulgazione.

L'osservazione è avvenuta dal balcone di casa, al primo piano di uno stabile, in condizioni meteorologiche normali, in uno scenario di ampia visuale dato da un vasto spazio libero che si estende proprio di fronte il punto di osservazione. Dai primi rilevamenti effettuati nell'area posta sotto il balcone si potrebbe configurare la presenza (ipotesi ancora da confermare in attesa di altro materiale fotografico) di un oggetto con un diametro di circa 20 metri, i cui probabili segni sul terreno sono ancora in fase di analisi.

L'avvistamento è avvenuto ad occhio nudo, da parte di testimoni in perfetto stato di salute che, almeno da quanto riferiscono dopo il primo incontro, non hanno riportato particolari sintomi riconducibili all'esposizione a media distanza dall'oggetto; soltanto la testimone riferisce di aver provato un forte e persistente senso di gelo in tutto il corpo. L'oggetto è rimasto sospeso fino alla sua improvvisa partenza, producendo soltanto un movimento rotatorio e un suono persistente, dal timbro cupo, simile a quello prodotto da un vortice d'aria. I rilevamenti di eventuali campi magnetici non hanno dato risultati positivi ma è stata posta sotto controllo un'area specifica per ulteriori analisi di diversa natura. Riportiamo il disegno fatto dal testimone e alcune foto dell'incontro, riservandoci di approfondire il caso alla luce dei risultati ottenuti dalle verifiche ancora in corso e dei riscontri che avremo durante il prossimo incontro.

Allo stato attuale il caso presenta delle interessanti connessioni in merito alle quali, per stretti motivi diprivacy, non possiamo pronunciarci se non dopo aver espletato e completato tutti i rilevamenti e le attività investigative.  Ultimo dato rilevante riguarda la presenza di attività riconducibile ad uno scenario ufologico antecedente la data dell'avvistamento, oltre che una ulteriore testimonianza registrata durante lo stesso arco temporale, in una zona non molto distante in linea d'aria. Nel caso specifico non c'è stato contatto visivo bensì la medesima sensazione uditiva. Entrambi i testimoni riportano lo stesso scenario.

(Foto di repertorio)
 

Riproduzione riservata ® - Termini e Condizioni

I commenti verranno resi pubblici dopo l'approvazione della redazione. Vedi regolamento