Noto, tombaroli in azione al parco di Eloro: scomparsi due sarcofagi risalenti all’età Ellenico-Romana

Ad accorgersi che qualcosa non andava il proprietario di un terreno adiacente: cancello spalancato e catene a terra. Denuncia presentata ai Carabinieri

tombaroli-768x431

Violato il parco archeologico di Eloro: qualcuno si sarebbe introdotto nel sito di competenza della Soprintendenza e dell’assessorato regionale dei Beni Culturali – chiuso da un paio di anni per mancanza di custodi – e avrebbe portato via due sarcofagi di un certo peso ed anche di un certo valore (sarebbero riconducibili all’età Ellenico-Romana).

Si teme che possa essere stata l’azione di una banda di tombaroli che sfruttando il buio ma conoscendo bene la zona ha agito indisturbata. La denuncia è stata formalizzata ieri nella caserma dei Carabinieri di Noto e contestualmente è stato predisposto un sopralluogo per avviare le indagini.

Tutto è partito dalla segnalazione del proprietario di un terreno adiacente al cancello di ingresso del sito archeologico, il quale si accorto delle catene a terra e delle ante spalancate. Poi la chiamata ai custodi della Villa Romana del Tellaro – che fa parte dello stesso polo museale – e l’amara scoperta.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo