Noto, è tornato l’eremita urbano: stipula un contratto di comodato d’uso con un ragazzo convinto di far beneficenza… ma va a viverci lui

Invece di essere utilizzato dalla Chiesa, era stato utilizzato dallo stesso eremita che nel frattempo aveva occupato anche un altro immobile limitrofo su cui stava eseguendo lavori edili... abusivi

vendere-casa

Nella giornata di ieri, agenti della Polizia di Stato, in servizio al commissariato di Noto hanno denunciato S.G. (classe 1969), residente a Noto, già conosciuto alle forze di Polizia, per i reati di truffa, invasione di edifici, falsità materiale commessa da privato e abusivismo edilizio.

Si tratta nuovamente dell’eremita urbano già denunciato per aver rubato alla mensa dei poveri di via Cavarra e che vive all’interno di una comunità religiosa sotto la vigilanza del Vescovo diocesano, Antonio Staglianò. Questa volta, invece, avrebbe truffato un ragazzo che, pensando di far beneficenza, aveva stipulato un contratto di comodato d’uso gratuito di un immobile con l’uomo (che aveva apposto la firma di un’altra persona inconsapevole del documento in questione) che si trova nella zona collinare di Noto. Solo che, invece di essere utilizzato dalla Chiesa, era stato utilizzato dallo stesso eremita che nel frattempo aveva occupato anche un altro immobile limitrofo su cui stava eseguendo lavori edili… abusivi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi