Operazione “Siracusao meravigliao”: revocati i domiciliari nei confronti del dipendente comunale di Floridia

I due dipendenti floridiani erano destinatari della misura cautelare degli arresti domiciliari perché nella qualità di pubblici ufficiali ricevevano denaro dai fratelli Zanatta per compiere o aver compiuto atti contrari al dovere d’ufficio

corruzione_siracusaomeravigliao-990x388

Revocati i domiciliari nei confronti del dipendente comunale di Floridia Angelo Zappulla, arrestato con l’accusa di aver falsificato i documenti per concedere la cittadinanza italiana a stranieri che non avevano i necessari requisiti richiesti dalla normativa vigente.

Il gip del Tribunale di Siracusa ha accolto la richiesta dei difensori Antonino e Bruno Leone revocando la custodia cautelare per il capo dell’ufficio anagrafe del Comune ma decidendo per l’interdizione dall’attività di pubblico ufficiale. Zappulla è imputato con il collega d’ufficio Carmelo Lo Giudice e con altri personaggi di nazionalità brasiliana nel traffico di cittadinanze contestato dalla Procura aretusea nell’ambito dell’operazione “Siracusao meravigliao” dello scorso maggio.

I due dipendenti floridiani erano destinatari della misura cautelare degli arresti domiciliari perché nella qualità di pubblici ufficiali ricevevano denaro dai fratelli Zanatta per compiere o aver compiuto atti contrari al dovere d’ufficio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi