Pachino, spari contro Peppe Aprile. Colpito da un proiettile e operato ad Avola

Le indagini sono condotte dagli agenti del commissariato di polizia di Pachino che hanno avviato gli interrogatori delle persone vicine al quarantenne per tentare di scoprire i responsabili dell'agguato e il movente

download

Un uomo di 40 anni, Giuseppe Aprile, residente a Portopalo, è stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco sparati nella tarda serata di ieri nelle vicinanze del mercato. La vittima è stata trasferita prima all’ospedale di Avola e poi al Garibaldi di Catania dove si trova in gravi condizioni.

Le indagini sono condotte dagli agenti della Squadra mobile insieme con i colleghi del commissariato di Pachino e sarebbe già stato individuato il responsabile, ora sotto interrogatorio. I poliziotti, inoltre, hanno avviato gli interrogatori delle persone vicine al quarantenne per tentare di scoprire gli eventuali mandanti e il movente. L’uomo era stato arrestato nel giugno dello scorso anno insieme ai due fratelli e ad un’altra persona, per un presunto caso di estorsione ai danni del parlamentare regionale Giuseppe Gennuso che denunciò alla polizia il furto di due mezzi della sua azienda agricola e poi la richiesta di pagamento di 10 mila per la restituzione della refurtiva.

Le indagini sfociarono nell’arresto dei fratelli Aprile poi scarcerati dal tribunale del Riesame di Catania.

(Agi)


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi