Pallanuoto, Jelaca lascia l’Ortigia e raggiunge Vapenski in Georgia

Jelaca, all'Ortigia da due anni, è entrato nella storia di questo club, essendo tra i principali artefici di queste stagioni straordinarie e indimenticabili che hanno portato l'Ortigia a conquistare per due volte consecutivamente la Final Six

m-jelaca-foto-simona-amato Marko Jelaca, foto Simona Amato

Il Circolo Canottieri Ortigia comunica il trasferimento del difensore Marko Jelaca alla formazione georgiana della Dinamo Tbilisi. Jelaca, giocatore croato naturalizzato georgiano, ha raggiunto un accordo biennale con la sua nuova squadra, nella quale ritroverà l’ex compagno Boris Vapenski, che ha lasciato l’Ortigia nel corso di questa stagione.

“La nostra società ringrazia di cuore Marko – si legge nella nota dell’Ortigia -, non solo per le sue note qualità tecniche e l’esperienza messa sempre al servizio della squadra, ma anche per la professionalità, la disciplina e le sue rare doti umane”.

Jelaca, all’Ortigia da due anni, è entrato nella storia di questo club, essendo tra i principali artefici di queste stagioni straordinarie e indimenticabili che hanno portato l’Ortigia a conquistare per due volte consecutivamente la Final Six, con un quarto e un quinto posto, oltre a una semifinale europea e un quarto posto in Coppa Italia.

A Marko – conclude l’Ortigia – auguriamo di raggiungere tutti i suoi obiettivi e conseguire i successi che merita. Questa società e questa città saranno sempre pronte a riabbracciarlo in qualsiasi momento. Nelle prossime ore, su richiesta del giocatore, renderemo pubblico il suo messaggio di saluto alla squadra e ai tifosi biancoverdi“.

Queste le parole di saluto dell’ormai ex giocatore biancoverde: “Sono stati due anni veramente meravigliosi, insieme ci siamo tolti tante soddisfazioni e abbiamo raggiunto degli obiettivi importanti, anche quelli che questa società prima d’ora non era riuscita a raggiungere. Posso dire, con orgoglio, che abbiamo scritto la storia del Circolo Canottieri Ortigia. Purtroppo però lo sport, come la vita, è fatto di scelte. E quindi ho scelto di lasciare questa squadra, con la fierezza per tutto ciò che abbiamo fatto. Auguro all’Ortigia tutto il meglio possibile.

Vorrei ringraziare tante persone, a partire dal presidente onorario sig. Marotta e dal mister Stefano Piccardo, per la fiducia che sempre mi hanno dato. Ringrazio anche il presidente Valerio Vancheri e il fratello Marco e tutto lo staff che ci è stato vicino in questi due anni. Non li nomino tutti, uno per uno, per timore di dimenticare qualcuno. Un grazie particolare anche a tutti i tifosi che ci hanno seguito in questo periodo e non hanno mai smesso di credere in noi. Spero che questo sia solo un arrivederci e che un giorno le nostre strade si possano riunire di nuovo, magari in una forma diversa. Grazie a tutti quanti, vi porterò sempre nel cuore.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo