Pallanuoto Siracusa, alla prima partita del 2019 l’Ortigia perde contro il Recco per 11 a 5

Partita buona per entrambe le squadre che adesso dovranno riprendere il ritmo del campionato

whatsapp-image-2019-01-05-at-3-42-57-pm

Il Recco vince per 11 a 5 alla “Paolo Caldarella” nella dodicesima giornata di campionato, prima partita del 2019. Coach Piccardo, in tribuna per squalifica, recupera Cassia e Rotondo. Con la calottina numero 10, libera dopo la partenza di Vapenski, il giovanissimo Mattias Ortoleva.

Anche il grande Rudic deve fare i conti con una squadra reduce dalla lunga sosta e con giocatori aggregati alla Nazionale di Campagna nella trasferta americana.

In vasca, però, nonostante qualche errore di troppo da una parte e dall’altra, inimmaginabile durante altri momenti della stagione, viene fuori una partita divertente che ha tenuto acceso l’entusiasmo del pubblico presente.

Tra i locali, oltre alla cinquina realizzata da Giacoppo, ottima prestazione di Caruso, Cassia e Farmer, protagonisti in una partita non semplice.

Partita buona per entrambe le squadre che adesso dovranno riprendere il ritmo del campionato.

Commento di Massimo Giacoppo (Ortigia): “Non era facile riprendere dopo la sosta e nelle condizioni in cui siamo arrivati a questa partita, ma abbiamo dimostrato che stiamo lavorando bene. Dobbiamo metabolizzare la partenza di Vapenski, pesante da un punto di vista emotivo e tecnico, ma la rosa è completa e servirà l’apporto di tutti per non cambiare i nostri obiettivi. Enrico Caruso non lo scopriamo certo oggi e Farmer sta crescendo tanto. Cassia ha dimostrato di essere in grado di reggere questo campionato e, anche oggi, nei momenti difficili è stato in grado di dare un apporto importante“.

Commento di Ratko Rudic (All. Pro Recco): “Partita buona per analizzare il nostro stato di salute. Venivano da una sosta troppo lunga, con atleti in nazionale e un buon allenamento a Zagabria. Abbiamo commesso degli errori che, di solito, evitiamo. Dobbiamo lavorare per riprendere il giusto ritmo. Il campionato è più equilibrato e, insieme a noi, ci sono almeno due squadre che possono contendersi il primato. Mi ha fatto piacere tornare qui alla Caldarella, una piscina intitolata ad un atleta importante per me e con il quale ho vinto un’Olimpiade. Qui a Siracusa sono emozionalmente legato anche come atleta; affrontavo l’Italia da giocatore della Jugoslavia nel 1964″.

CC ORTIGIA – PRO RECCO   5-11 (0-2/2-3/1-3/2-3)

CC Ortigia: Caruso, Cassia, Abela, Jelaca, Di Luciano, Farmer, Giacoppo 5 (1 rig), Espanol Lifante, Rotondo, Ortoleva, Susak, Napolitano, Pellegrino. All. Giuseppe Cassia

Pro Recco: Tempesti, Di Fulvio, Mandic, Bukic, Molina Rios, Velotto, Aicardi, Echenique, Figari, Bodegas, Ivovic, Renzuto Iodice, Massaro. All. Ratko Rudic

Arbitri: Filippo Gomez (Napoli) Francesco Romolini (Firenze)

Superiorità: Ortigia 1/6  +3 rig   Recco 3/8 +2 rig

Fuori tre falli: Figari (Recco) nel IV tempo

Espulsi:

I tempo
1’34” Di Fulvio              0-1
6’55” Echenique           0-2

II tempo
1’37” Echenique           0-3
2’04” Giacoppo+           1-3
2’25” Di Fulvio (r)          1-4
4’49” Giacoppo             2-4
6’26” Ivovic                   2-5

III tempo
0’24” Caruso para rigore Mandic
1’31” Ivovic 2-6
2’24” Aicardi+ 2-7
3’00” Aicardi 2-8
4’07” Tempesti para rigore Espanõl
6’40” Giacoppo 3-8

IV tempo
1’24” Di Fulvio+ 3-9
1’44” Giacoppo 4-9
3’25” Renzuto Iodice+ 4-10
4’28” Jelaca colpisce trasversa su rigore

6’14” Giacoppo (r) 5-10

7’41” Di Fulvio 5-11


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo