Una piantagione di canapa indiana scoperta a Carlentini e distrutta

piantagione-carlentini

La coltivazione, raggiungibile tramite un anfratto ricavato abilmente tra i rovi ed i fitti arbusti, era dotata di un efficiente impianto d’irrigazione

Ieri pomeriggio, nel territorio di Carlentini, nel corso di un preordinato servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, con il particolare compito di individuare eventuali appezzamenti di terreno che per caratteristiche si prestano facilmente alla coltivazione di canapa indiana, i Carabinieri della Stazione di Carlentini, unitamente ai colleghi dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia” e del 12° Elinucleo Carabinieri di Catania, rinvenivano, all’ interno di un’area demaniale in contrada Favarotta, caratterizzata da folta vegetazione spontanea, una piantagione di canapa indiana composta da 47 piante, tutte in fioritura avanzata e con un’altezza di oltre 1,5 metri.

La coltivazione, raggiungibile tramite un anfratto ricavato abilmente tra i rovi ed i fitti arbusti, era dotata di un efficiente impianto d’irrigazione. Tutte piante di stupefacente rinvenute, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria aretusea sono state immediatamente distrutte.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo