Portopalo, morto per dissanguamento: l’autopsia sul corriere punta il dito sui tre cani

Si attende solo l'esito dell'esame istologico prima di concludere il rapporto e consegnarlo al Pm Tommaso Pagano, titolare dell'indagine

Il corriere catanese di 56 anni, trovato morto nel giardino di un agriturismo a Portopalo durante la consegna di un pacco sarebbe deceduto per dissanguamento, causato dai morsi dei tre cani Corso.

Questo quanto emerso a seguito dell’autopsia su Agatino Zuccaro eseguita dal medico legale Giuseppe Caldarella, che però attende l’esito dell’esame istologico prima di concludere il rapporto e consegnarlo al Pm Tommaso Pagano, titolare dell’indagine.

Dopo quest’ultimo passaggio – per il quale passerà qualche settimana per avere i risultati – si saprà con certezza se l’uomo è morto per via dei morsi che lo hanno aggredito quando è entrato nella tenuta (come appare probabile al momento), o se a causarne il decesso è stato un malore.

Numerose le ferite causate dai tre cani di grossa taglia e troppo probabilmente il tempo trascorso finché qualcuno si accorgesse dell’accaduto. Sembra infatti che solo dopo alcune ore i titolari dell’immobile si siano resi conto del furgone aperto e abbandonato. Resta in piedi dunque l’indagine della Procura della Repubblica di Siracusa, che ha iscritto sul registro degli indagati il titolare degli animali, e dell’agriturismo, accusato di omicidio colposo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo