Priolo, compostaggio: pronto il regolamento. Previsti sgravi per gli utenti

compostaggio-640x357-500x300

Il regolamento per il compostaggio domestico e di comunità introduce una serie di possibilità, in alternativa alla normale raccolta differenziata

“Pronto il regolamento per il compostaggio domestico e di comunità, lunedì sarà avviato l’iter burocratico per sottoporre il regolamento alla valutazione degli uffici, della Commissione competente e del Consiglio comunale”. A riferirlo è il presidente del civico consesso di Priolo Alessandro Biamonte.

Il regolamento per il compostaggio domestico e di comunità introduce una serie di possibilità, in alternativa alla normale raccolta differenziata. L’obiettivo è ridurre, attraverso l’uso di compostiere, la produzione di rifiuti, alleggerire, quindi, i costi sostenuti dal Comune e acquisire, di conseguenza, il diritto a un pagamento ridotto della Tari. Il compostaggio riguarda rifiuti organici provenienti da scarti di cucina e di giardinaggio, non certamente, però, da attività produttive. Occorrerà effettuarlo in terreni di proprietà o, a ogni modo, nella propria disponibilità. Servono, infatti, determinati requisiti. L’amministrazione comunale potrà organizzare dei corsi di compostaggio e le verifiche saranno effettuate da parte di addetti del Comune.

Il Comune di Priolo al fine di sensibilizzare i cittadini a rispettare l’ambiente, promuoverà la pratica del compostaggio domestico per ridurre la produzione di rifiuti urbani biodegradabili, al fine di diminuire il conferimento in discarica, favorendo il riuso. L’utente al fine di poter aderire al compostaggio domestico, deve disporre sul territorio comunale di un idoneo spazio che offra la possibilità di praticare il compostaggio, come un giardino, un orto, uno spazio in genere. I cittadini che praticano il compostaggio, dovranno impegnarsi a conferire comunque il rifiuto non compostabile nella raccolta rifiuti urbani effettuata in modo tradizionale, fermo restando l’obbligo di effettuare per la parte secca del rifiuto riciclabile, una corretta raccolta differenziata.

Si applicherà una riduzione del 20% sulla tassa dei rifiuti, alle utenze domestiche che praticano il compostaggio della frazione organica dei rifiuti urbani con le modalità previste dal regolamento.

Soddisfatta il presidente della commissione Territorio e ambiente Simona Di Marco: “domani mi attiverò nell’immediato per convocare la Commissione in modo tale da inviare al più presto la trattazione dell’argomento in Consiglio comunale, tale iniziativa oltre a fare bene all’ambiente fa bene alle tasche del cittadino”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo