Priolo Gargallo, cenere nella penisola Magnisi: Raciti annuncia un’interrogazione parlamentare

Raciti ha potuto verificare di persona il profondo impatto ambientale provocato da un sito che oggi ha quasi le sembianze di una discarica a cielo aperto, ma di un tipo di rifiuto altamente tossico quale è la cenere di pirite, su un area di particolare interesse paesaggistico ed archeologico

sopralluogo-penisola-magnisi

Sabato, dopo una riunione nella sede del Comitato per la bonifica della penisola Magnisi a Priolo Gargallo, il deputato nazionale del Partito Democratico, Fausto Raciti, componente della Commissione parlamentare sugli ecoreati e il deputato regionale Giovanni Cafeo, hanno effettuato un sopralluogo al sito.

Accompagnati dal presidente Carmelo Susinni, dal consigliere comunale di Priolo Alessandro Biamonte e da alcuni membri del comitato. Raciti ha potuto verificare di persona il profondo impatto ambientale provocato da un sito che oggi ha quasi le sembianze di una discarica a cielo aperto, ma di un tipo di rifiuto altamente tossico quale è la cenere di pirite, su un area di particolare interesse paesaggistico ed archeologico.

Alla fine del sopralluogo il deputato nazionale si è impegnato a presentare una interrogazione al Ministro dell’ambiente, affinché la questione venga risolta al più presto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo