Progetto Siracusa: “referendum sulla Tav? E allora anche sul ponte sullo stretto”

"Se dovesse passare la tesi che sulla Tav (che non riguarda purtroppo il Sud e la Sicilia, che non sanno neppure cos'è) voteranno i residenti nelle regioni del Nord-Ovest, allora sul ponte sullo Stretto si esprimano con un referendum siciliani e calabresi"

ponte-stretto

Con sempre maggiore insistenza viene sostenuta l’idea di promuovere un referendum regionale per la Tav, dove sarebbero chiamati a esprimersi piemontesi, lombardi e liguri. Salvo Sorbello, presidente di Progetto Siracusa, però non è d’accordo sull’avere due pesi e due misure.

“Ritenevamo che su atti che riguardano tutto lo Stato (come è appunto il caso della Tav, finanziata dalle case statali) i referendum consultivi non fossero ammessi, visto che la Costituzione parla solo di referendum su leggi e provvedimenti amministrativi della Regione – dice –  Ma se dovesse passare la tesi che sulla Tav (che non riguarda purtroppo il Sud e la Sicilia, che non sanno neppure cos’è) voteranno i residenti nelle regioni del Nord-Ovest, allora sul ponte sullo Stretto si esprimano con un referendum siciliani e calabresi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo