Promozione turistica del territorio, Siracusa aderisce al protocollo con gli altri comuni del Sud-Est

La Giunta di Siracusa ha dato il via libera al Protocollo d'intesa che vede come capofila il Comune di Noto e che ha come obiettivo il rilancio turistico del territorio attraverso la partecipazione a 12 fiere internazionali del turismo

piazza-duomo

La Giunta di Siracusa ha dato il via libera al Protocollo d’intesa che vede come capofila il Comune di Noto e che ha come obiettivo il rilancio turistico del territorio attraverso la partecipazione a 12 fiere internazionali del turismo per il 2019. Un progetto che oltre il capoluogo aretuseo a la capofila Noto, vede l’adesione di altri comuni siracusani (Avola, Portopalo, Palazzolo Acreide e Sortino) ma non solo. Presenti anche Militello val di Catania e Modica, Piazza Armerina, Ragusa e Scicli per la provincia di Ragusa.

Il progetto di promozione del territorio attraverso le fiere internazionali ha un costo di 183 mila euro, di cui 33 mila a carico di Siracusa e Ragusa, 23 mila euro saranno versati da Noto, Modica e Avola, 14 mila da Scicli e Piazza Armerina, mentre Palazzolo Acreide, Sortino, Militello val di Catania e Portopalo verseranno 5 mila euro a testa.

Le fiere in programma sono: Utrecht (Olanda), a metà gennaio; Zurigo (Svizzera) dal 31 gennaio al 3 febbraio;, Bruxelles (Belgio) dal 7 al 10 febbraio; Monaco di Baviera (Germania) dal 20 al 24 febbraio. A marzo, 6 al 10, Berlino (Germania); ad aprile, invece, lo stand unico del Sud Est – Val di Noto sarà presente a Pechino e Shangai (Cina), rispettivamente dal 13 al 17 e dal 18 al 21; dal 28 aprile all’1 maggio tappa, per la prima volta, a Dubai (Emirati Arabi Uniti). Dopo la pausa estiva, le missioni proseguono a Osaka (Giappone) dal 19 al 22 settembre; un’altra prima volta a San Paolo in Brasile dal 23 al 27 settembre; a ottobre, dal 9 all’11, tappa a Rimini e chiusura, dal 13 al 15 ottobre a San Pietroburgo, in Russia.

Per ogni fiera verrà allestito uno stand con del materiale pubblicitario, almeno 2 monitor multimediali, desk espositori. Il tutto sotto la denominazione “SiciliaSud-Est Val di Noto”. Aderendo al progetto l’amministrazione comunale intende continuare anche nel 2019 il programma di rilancio turistico insieme con gli altri comuni limitrofi e con caratteristiche storico, ambientali, culturali affini a quelle di Siracusa così da rappresentare al meglio i luoghi e le tradizioni del cosiddetto Distretto turistico siciliano del Sud-Est in ambito territoriale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo