Riclassificazione del nuovo ospedale di Siracusa, il Governo regionale recepisce la mozione

Relativo alla sanità siracusana sulla classificazione del nuovo ospedale di Siracusa come presidio di secondo livello dell’area Sud-Est con popolazione di oltre 700mila abitanti (provincia di Siracusa e Ragusa)

Dopo una maratona notturna terminata intorno alle 7,30 di questa mattina, l’Assemblea regionale siciliana ha varato la Finanziaria. “Una notte intensa, ma si è arrivati all’obiettivo.” Commenta, la deputata Rossana Cannata, del Gruppo Parlamentare di Forza Italia.

Tra le norme di grande importanza approvate durante la seduta  c’è quella che permetterà di destinare delle risorse a favore delle imprese con agevolazioni al credito e particolare attenzione ai giovani, alle donne, alle start up e alle imprese per le quali sia stato accertato lo stato di vittima di usura e/o estorsione . “Rimpinguati pure i fondi per il trasporto locale e i malati di talassemia – prosegue la parlamentare regionale – e le associazioni dei non vedenti e stanziate anche le somme per il diritto allo studio e la promozione dei prodotti siciliani”.

Al termine della seduta sono stati inoltre recepiti dal Governo gli ordini del giorno, tra cui uno relativo alla sanità siracusana sulla classificazione del nuovo ospedale di Siracusa come presidio di secondo livello dell’area Sud-Est con popolazione di oltre 700mila abitanti (provincia di Siracusa e Ragusa), richiedendo la previsione di tutte le branche specialistiche previste per la detta tipologia di nosocomio.

Inoltre, nella stessa mozione – conclude – si richiede valutare la riclassificazione dell’ospedale di Lentini in primo livello e di potenziare l’ospedale riunito Avola-Noto, procedendo con immediata attuazione della rifunzionalizzazione prevista dall’attuale Rete ospedaliera, considerando anche la possibilità di un aumento dei posti letto complessivi e nuove branche specialistiche. Mentre per la sanità megarese, infine, il governo si impegnerà a dare attivazione di tutte le branche oncologiche previste nel PO di Augusta”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo