Rosolini, cocaina in casa e 13 cani in pessime condizioni igieniche legati alle catene: arrestato

Sul posto interveniva il medico veterinario il quale, dopo aver soccorso gli animali prestando le prime cure, li collocava in un'idonea struttura

cani-carabinieri Immagine di repertorio

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto, a conclusione di una mirata attività investigativa nel comune di Rosolini finalizzata alla repressione dei reati inerenti la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, problematica per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri, hanno tratto in arresto Salvatore Cannata di anni 49, coniugato, con precedenti di polizia, che a seguito di perquisizione, personale, veicolare e domiciliare è stato trovato in possesso 5 grammi di cocaina.

Nel corso dell’articolato servizio, nell’abitazione dell’arrestato, venivano rinvenuti 13 cani di varie razze. Gli animali erano tenuti nell’attiguo fondo agricolo in pessime condizioni igieniche sanitarie, in ricoveri di fortuna legati a delle catene.

Sul posto interveniva il medico veterinario il quale, dopo aver soccorso gli animali prestando le prime cure, li collocava in un’idonea struttura.

salvatore-cannata

Cannata veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e maltrattamento di animali e dopo le formalità di rito associato alla casa circondariale di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria informata dai Carabinieri.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo