Rosolini, marijuana e metadone in casa: arrestato dai Carabinieri

Al termine delle formalità di rito, l'uomo è stato portato nella propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Siracusa.

arresto-rosolini

Proseguono i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Noto nell’ambito dell’operazione denominata “Sicurezza” che, secondo le direttive impartite dal Comando Provinciale di Siracusa, vede impegnati i Carabinieri della Stazione di Rosolini e della Compagnia di Noto in serrati servizi di controllo del territorio in tutto il comprensorio del citato Comune. Un’operazione a grande impatto e visibilità finalizzata ad incrementare la percezione di sicurezza tra la popolazione e garantire una risposta rapida e concreta alle varie esigenze rappresentate dalla cittadinanza.

In particolare, nel corso del primo pomeriggio di ieri i militari della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Luigi Modica, classe 1985.

I Carabinieri, nell’ambito della quotidiana attività info – investigativa sul territorio, avevano acquisito elementi tali da far ritenere che l’uomo detenesse illecitamente sostanze stupefacenti. Pertanto, si è proceduto a perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’interessato il quale, sin da subito, si è mostrato particolarmente agitato ed insofferente nei confronti degli operanti.

E infatti, in un armadio nella camera da letto dell’uomo, i Carabinieri hanno rinvenuto un sacchetto in cellophane contenente 20 grammi di marijuana. In un ripostiglio, occultate in una valigia, i militari hanno altresì rinvenuto 90 flaconi di metadone da 20 milligrammi ciascuno di cui l’uomo non era legittimato alla detenzione e di cui non è stato in grado di giustificare la provenienza.

Quanto rinvenuto nel corso della perquisizione è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso.

Condotto in caserma, Modica Luigi è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, portato nella propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Siracusa.

I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione al territorio, organizzando periodicamente analoghi servizi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi