Rosolini, progetto Erasmus plus: studenti di Grecia, Polonia, Portogallo e Romania ricevuti in Comune

Un breve, ma significativo incontro molto gradito da docenti e studenti che hanno avuto la possibilità di avere un approccio con le Istituzioni locali

erasmus

Visita istituzionale al Comune ieri pomeriggio per una folta delegazione proveniente da Grecia, Polonia, Portogallo e Romania ospiti dell’Istituto Comprensivo “De Cillis”. L’ iniziativa si inserisce nel progetto Erasmus+ “active citizens promoting cultural heritage”.

Studenti e docenti sono stati ricevuti nell’aula consiliare, dal sindaco Pippo Incatasciato e dall’assessore alla Pubblica Istruzione Concetta Guarino. Ad accompagnare i ragazzi a Palazzo di Città il dirigente scolastico Giovanni Di Lorenzo e i docenti Sara Arangio, Nella Trombatore, Giorgio Figura e Piero Gennaro. Un breve, ma significativo incontro molto gradito da docenti e studenti che hanno avuto la possibilità di avere un approccio con le Istituzioni locali.

Nel porgere il saluto di benvenuto il Sindaco Pippo Incatasciato nel ribadire come progetti e iniziative del genere favoriscono la crescita della nostra comunità europea, ha avuto modo di affermare:

È con immenso piacere che vi accolgo a testimonianza dell’attenzione che l’amministrazione comunale riserva ad iniziative che offrono ai giovani la possibilità di formarsi e acquisire nuove esperienze e nuove prospettive. Il progetto Erasmus costituisce per voi tutti, studenti e docenti, una grossa opportunità di incontrare culture diverse e di confrontarsi con i sistemi formativi di tutta Europa, per crescere ed aggiornarsi e favorendo, nel contempo, un’identità sovranazionale in cui i valori portanti sono l’integrazione, l’accoglienza, l’inclusione culturale, la convivenza e la vita democratica. Siamo ormai figli di una comunità più grande, quella dell’Europa e dobbiamo essere pronti ad affrontare sfide sempre nuove, stimolanti e diverse. Rosolini, sotto questo aspetto, è da tempo pronta in questa confronto come testimoniano i Patti di Gemellaggi sottoscritti con le Città di Santa Fè in Argentina e non ultimo, quello con la città tedesca di Frankenthal. Anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione Concetta Guarino, nel complimentarsi con docenti e studenti, ha rimarcato la valenza del progetto in quanto rappresenta una grande occasione che permette di fare un ulteriore passo in avanti per costruire assieme, l’Europa di oggi e del futuro”.

È grazie ad iniziative del genere che si può pensare ad un’Europa unita – ha sottolineato l’Assessore. Progetti di questo genere, come l’ Erasmus Plus, rivestono una tappa fondamentale per i giovani in quanto protesi a per farli sentire sempre più parte di una famiglia globale, promuovendo non solo scambi interculturali e ma soprattutto quei valori di integrazione, accoglienza, inclusione culturale, convivenza e vita democratica. Non possiamo non dimenticare che siamo ormai figli di una comunità più grande, quella dell’Europa, e dobbiamo essere pronti ad affrontare sfide sempre nuove, stimolanti e diverse. Un obiettivo possibile, auspicabile e perseguibile. Pertanto, plaudo all’impegno che le scuole profondono nel favorire la partecipazione a dette iniziative”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo