Sabato in piazza San Giovanni anche Fratelli d’Italia e Forza Italia presenti alla veglia organizzata dalle Sentinelle in Piedi

alessandrospadaro

Sabato alle 18 in piazza San Giovanni anche Fratelli d’Italia sarà presenti alla veglia organizzata dalle Sentinelle in Piedi.

La nostra presenza vuole essere la testimonianza politica che i temi legati all’educazione dei nostri figli e alla tutela della famiglia, che per noi è composta da padre, madre e figli e non da “genitori 1 e 2”, sono legati alla visione che responsabilmente ogni formazione Politica deve dichiarare – sottolinea il coordinatore provinciale di FdI-An Alessandro Spadaro – Troppi, per ottenere consensi trasversali, non dichiarano quale sia la propria visione su temi etici che poi, però, si tramutano in atti politici. L’amministrazione comunale di Siracusa si è schierata contro questa nostra visione. Non possiamo accettare che venga propinata ai nostri ragazzi con le associazioni Lgbt all’interno delle scuole una teoria, che si nasconde dietro il rispetto per le diversità, cosa per la quale nessuno può dirsi contrario, secondo la quale ci si percepisce uomo o donna e ci sono svariati generi e che si può essere maschi o femmine indipendentemente dal dato biologico e che non c’è differenza tra madre e padre“.

Anche Forza Italia aderisce all’iniziativa con una veglia pacifica a sostegno della famiglia, “per dire no alla sessualizzazione precoce dei bambini, sempre più bersagli inconsapevoli di un insidioso indottrinamento gender sin dall’età scolare – dichiara il coordinatore forzista Edy Bandiera – Il sacrosanto rispetto per le diversità e la lotta alle discriminazioni tutte, da noi sempre difeso e praticato, non devono assolutamente confondersi con l’educazione dei giovani e dei giovanissimi, tema delicatissimo, che non può essere affidato, in maniera peraltro per niente chiara, agli esponenti delle associazioni Lgbt. Forza Italia si schiera a fianco della stragrande maggioranza delle famiglie e dei genitori siracusani, sorpresi e preoccupati dal tentativo in corso, sponsorizzato dalle istituzioni locali, Comune in primis. Alla scuola siracusana, chiediamo di continuare, come bene ha sempre fatto, ad impegnarsi con serietà e dedizione nella formazione dei cittadini di oggi e di domani, non alimentando confusione su principi cardine della nostra società, che per noi sono e restano non negoziabili, tutelandosi e tutelandoci, nel contempo, da inopportuni tentativi di strumentalizzazione, operata da quella parte politica, che in campagna elettorale ha probabilmente lucrato consensi, in cambio di impegni che oggi passano sulla pelle di una istituzione fondamentale, quale è la scuola e sui nostri figli”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi