“Salviamo Radio Radicale”: il Consiglio comunale di Rosolini approva una mozione per la libertà di stampa

Nell’esprimere la sua soddisfazione, il Presidente del Civico Consesso cittadino Piergiorgio Gerratana afferma: “Esprimo soddisfazione per la condivisione unanime che all’interno del Consiglio Comunale di Rosolini non manca mai quando si trattano argomenti di grande rilevanza e spessore politico"

radio-radicale

Nel corso della seduta di ieri sera il Consiglio comunale di Rosolini, all’unanimità dei presenti, condividendo l’appello del quotidiano “La Repubblica”, su proposta del Presidente Piergiorgio Gerratana, ha approvato una mozione a sostegno di Radio Radicale, per la libertà di stampa e per il pluralismo dell’informazione.

Ecco il testo della mozione approvata:

Salviamo Radio Radicale, Il Manifesto, Avvenire, le emittenti radiotelevisive minori e le testate giornalistiche locali. La legge di bilancio 2019 ha previsto la drastica riduzione, fino all’azzeramento, dei contributi a favore di Radio Radicale, Il Manifesto, Avvenire, delle radio-televisioni minori e dei giornali locali. Tale provvedimento rischia, in particolare, di far cessare fin dal prossimo mese di maggio e dopo 43 anni di attività i programmi di Radio Radicale: un servizio pubblico fondamentale per la democrazia che trasmette, oltre alle sedute del Senato e della Camera dei Deputati, le riunioni delle Commissioni parlamentari, i congressi di tutti i partiti, le conferenze stampa, i processi, le sedute del Consiglio Superiore della Magistratura, i convegni culturali. La radio fondata da Marco Pannella, inoltre, ha un immenso archivio di file e documenti che raccontano la storia del nostro paese a partire dal 1975.

A causa dei tagli imposti ai finanziamenti per l’editoria, la stessa sorte ben presto toccherà a testate storiche come Il Manifesto e Avvenire e a numerosi giornali locali. In nome della libertà di stampa e di espressione e del diritto all’informazione e alla conoscenza, chiediamo al Governo e al Parlamento di intervenire per ripristinare il finanziamento di Radio Radicale, Il Manifesto, Avvenire e dell’intero comparto della piccola editoria locale”.

Nell’esprimere la sua soddisfazione, il Presidente del Civico Consesso cittadino Piergiorgio Gerratana afferma: “Esprimo soddisfazione per la condivisione unanime che all’interno del Consiglio Comunale di Rosolini non manca mai quando si trattano argomenti di grande rilevanza e spessore politico. Il dibattito scaturito dalla lettura della mozione ha sottolineato l’importanza vitale che il sostegno economico all’editoria ha per la nostra democrazia. La pluralità dell’informazione è un valore assoluto da difendere per consentire la libera circolazione delle idee. Radio Radicale rappresenta una grande realtà che ha garantito alla nazione intera, alle istituzioni, a tutte le forze politiche e alle realtà economiche, sociali, associative e produttive la possibilità di poter veicolare idee, eventi e proposte. Infine, il sostegno ai giornali locali che, da sempre, di più patiscono il taglio dei fondi e che invece bisogna salvaguardare affinché possano contribuire alla crescita culturale e alla consapevolezza civile delle nostre comunità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo