Scoperte le tombe dei pirati saraceni tra gli scavi di un parcheggio a Portopalo

L’area è stata sequestrata dai Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale

scalomandrie-768x576

Le tombe dei pirati saraceni scoperte tra le casuzze dei pescatori di Scalo Mandrie, proprio di fronte l’isola di Capo Passero: rischiavano di diventare un parcheggio per un’area di sosta destinata ai camper. La scoperta è stata fatta pochi giorni fa dalla Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa, a seguito di segnalazioni pervenute dopo l’inizio dei lavori per la realizzazione dell’area di sosta da parte del proprietario, in possesso di tutte le autorizzazioni.

Ma tra gli scavi, per cui sono stati utilizzati mezzi meccanici, sono emersi elementi archeologici che, stando a quanto emerge dalle prime valutazioni, sarebbero riconducibili a tombe di origine araba. L’area, così, è stata sequestrata ieri dai carabinieri del nucleo di tutela del patrimonio culturale, a seguito del decreto preventivo del sostituto procuratore Carlo Parodi della procura di Siracusa. Nei prossimi giorni verranno effettuati ulteriori scavi per valutare la possibilità di reperimento di altri elementi archeologici.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo