Una sfilata colorata per il “Siracusa Pride” con Vladimir Luxuria ed Enrico Lo Verso in prima fila

Luxuria ha intrattenuto il pubblico tra il serio e il faceto, raccontando storie di vita personale e sottoponendosi all'intervista di rito toccando gli argomenti di maggiore interesse Lgbt e non solo

siracusapride

Una sfilata colorata lungo le vie della città per il Siracusa Pride che ha visto la madrina Vladimir Luxuria aprire il corteo – partito alle 18 dal campo scuola Pippo Di Natale – davanti a tutti con un vestito arcobaleno. Al suo fianco anche l’attore Enrico Lo Verso e l’assessore e vicesindaco Francesco Italia che si sono fermati poi all’Antico mercato.

In una città difficile come Siracusa il primo applauso va a voi”, ha esordito il presidente di Arcigay Armando Caravini sul palco in Ortigia che ha ringraziato tutti i supporter e dato la parola al vicesindaco Italia: ‘‘in questi anni la città è cresciuta e vedere un Pride che sfila in corso Gelone è una grande emozione”. Luxuria ha intrattenuto il pubblico tra il serio e il faceto, raccontando storie di vita personale e sottoponendosi all’intervista di rito toccando gli argomenti di maggiore interesse Lgbt e non solo.

Anche una folta rappresentanza della Uil Siracusa-Ragusa-Gela (unitamente ad un componente della Uil Messina) alla manifestazione “Siracusa Pride” che dal campo scuola si è diretta fino all’Antico Mercato di Ortigia con il segretario generale territoriale della Uil Stefano Munafò e Alda Altamore, responsabile delle Pari Opportunità del sindacato siracusano. Tra la Uil e Arcigay, rappresentata dal presidente Armando Caravini, qualche mese fa a Villa Politi, fu sottoscritto un protocollo per la partecipazione sempre più a 360 gradi di tutte quelle manifestazioni atte alla sensibilizzazione su questo importante tema che ancora oggi divide la nostra società.

Ma non dovrebbe essere così – ha spiegato Alda Altamore – e noi oggi ci troviamo in prima linea al Siracusa Pride perché il sindacato è inclusivo e non esclude alcuno. E’ un tema importante su cui ci battiamo da diverso tempo e continueremo a farlo”.

Per noi sono tutti uguali – ha aggiunto Stefano Munafò – non facciamo alcuna distinzione e lo abbiamo dimostrato qualche tempo fa con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con Arcigay: un documento che d’ora in avanti servirà per venire incontro alle esigenze di queste persone con tutta una serie di servizi che mettiamo a disposizione attraverso i nostri sportelli. Siamo il sindacato di tutti i cittadini e lo stiamo dimostrando”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi