Siracusa, affetta da una grave patologia, cittadina eritrea trasferita in Germania per ricongiungersi col fratello

Ricoverata inizialmente all’ospedale Umberto I e, successivamente, in una casa alloggio, la donna dopo più di un anno di cure e terapie ha potuto riabbracciare il fratello

Siracusa, Una task force subito operativa per fronteggiare l'immigrazione: lo chiede il sindacato di Polizia Immagine generica di repertorio

Agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Siracusa hanno trasferito in Germania una cittadina eritrea (classe 1979), affetta da gravi patologie, per consentirle di ricongiungersi con il fratello regolarmente soggiornante in quel paese. La donna era giunta al porto di Augusta nel dicembre 2017 in gravi condizioni di salute, in quanto affetta da varie e gravi patologie.

Ricoverata inizialmente all’ospedale Umberto I di Siracusa e, successivamente, in una casa alloggio, la cittadina Eritrea dopo più di un anno di cure e terapie ha potuto riabbracciare il fratello.

Il trasferimento è stato organizzato, oltre che dai Poliziotti dell’Ufficio Immigrazione, dall’Unità di Dublino – Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia di Frontiera – Ministero dell’Interno, dalla locale Prefettura e dal Comitato Regionale Sicilia della Croce Rossa Italiana.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo