Siracusa, al via l’1 maggio la stagione balneare: oltre 23 km i tratti di mare non balneabili nel capoluogo

Sono quattro in provincia quelli vietati per inquinamento: Augusta circa 220 metri, Priolo per 2,1 km, Pachino per 1,1 km e Portopalo 800 metri

siracusa_ortigia_porto

Il primo maggio il via ufficiale alla stagione balneare in Sicilia. Sulla Gazzetta Ufficiale pubblicato il decreto in cui sono elencati i tratti di mare balneabile. I chilometri “vietati”, per varie ragioni, sono oltre 24 km in provincia di Siracusa per vicinanza di porti o industrie, immissioni in mare dei fiumi o scarichi della depurazione.

Nella Gazzetta Ufficiale l’elenco completo per la provincia aretusea dei tratti balneabili, dei 4 vietati per inquinamento (Augusta circa 220 metri, Priolo per 2,1 km, Pachino per 1,1 km e Portopalo 800 metri) e di quelli non balneabili per altri motivi (anche per motivi geomorfologici) e dei 7 per immissioni di fiumi.

Nel capoluogo ci sono 5 km inibiti al confine nord di Siracusa fino alla tonnara di Santa Panagia, 2,3 km dal monumento ai Caduti al vicolo IV alla Mastrarua, 8 km all’interno del Porto grande, 5,5 km da punta Castelluccio allo Scoglio dell’elefante e altri 2,4 km da Torre Ognina a Punta corvo-Cuba.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo