Siracusa, alimenti trasportati in modo non corretto: sequestro e multa di 6 mila euro

L'alimento doveva essere trasportato a una temperatura di -18 gradi ma nella cella frigorifera la temperatura era di +12

controlli-polstrada

La Polizia Stradale di Siracusa nelle ultime settimane ha intensificato i controlli sulle condizioni del trasporto di sostanze alimentari lungo la rete stradale di competenza, destinate agli esercizi commerciali del settore e poi sui tavoli dei consumatori.

Nell’ambito di questi servizi mirati, nei giorni scorsi una pattuglia della Polstrada, in occasione di un posto di controllo, ha fermato un autocarro trasportante prodotti alimentari. Da un controllo accurato da parte degli agenti è emersa una grave anomalia nella modalità di trasporto. Infatti,  all’interno del vano di carico del veicolo vi era conservata pasta surgelata trasportata senza osservare la corretta temperatura di conservazione.

Va precisato che per quanto riguarda la pasta surgelata, questa dovrebbe essere trasportata ad una temperatura di – 18 gradi.

Nella fattispecie questi valori non potevano essere rispettati in quanto il frigo di cui era dotato il mezzo era spento e non funzionante ed apparteneva, comunque, ad una classe A.T.P. denominata “Frax”,  per cui era adatto al trasporto di alimenti che devono  essere conservati a temperatura superiore  a 0 gradi, quindi non idoneo al trasporto di pasta surgelata.

Gli operatori al momento del controllo hanno trovato la pasta confezionata etichettata con l’indicazione di “trasporto a temperatura – 18 gradi”,  mentre la temperatura rilevata all’interno della cella frigorifera risultava intorno a + 12 gradi.

Il conducente del veicolo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, la pasta è stata sequestrata ed affidata al predetto autista, dopo avere apposto i sigilli e nei confronti del titolare della ditta che effettuava il trasporto sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 6000 euro.

Successivamente la Procura della Repubblica di Siracusa ha convalidato il sequestro della merce e ne ha ordinato la distruzione.

Il caso sopra descritto non è isolato, anzi è stato osservato che il settore del trasporto di merci commestibili è suscettibile di varie irregolarità, che ricadono sulla salute dei consumatori. Pertanto,  nelle prossime settimane  i servizi di controllo sopra indicati saranno ulteriormente intensificati.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo