Siracusa, Appropriazione indebita della maternità di una dipendente: citata in giudizio Simona Princiotta

Si tratta di una cifra pari a 17.452 euro per cui la persona offesa si è costituita parte civile nel procedimento che vede imputata Princiotta e che la vedrà comparire davanti al giudice il prossimo 22 maggio

Citata in giudizio per essersi appropriata dell’indennità di maternità di una dipendente senza versarla in favore dell’Inps. È quanto accade al consigliere Simona Princiotta che il 22 maggio 2017 in prosecuzione d’udienza dovrà comparire davanti al giudice monocratico Venera Condorelli per rispondere di appropriazione indebita nei confronti di una sua dipendente, dall’aprile 2010 all’agosto 2011.

In qualità di legale rappresentante della ditta individuale, “Sps servizi alle imprese di Simona Princiotta”, il consigliere sarebbe entrata in possesso delle somme versate dall’Inps alla dipendente F.M. in quanto datrice di lavoro ma secondo l’accusa se ne sarebbe appropriata utilizzandole per scopi personali, così da trarne profitto, invece di versare l’indennità alla stessa lavoratrice. Si tratta di una cifra pari a 17.452 euro per cui la persona offesa si è costituita parte civile nel procedimento che vede imputata Princiotta e che la vedrà comparire davanti al giudice il prossimo 22 maggio.

Una storia che va avanti dal 16 ottobre 2015, da quando il sostituto procuratore Tommaso Pagano ha aperto il fascicolo per il dibattimento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo